Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

La città come non l’avete mai vista: il volo del drone sulle bellezze di Lecce

Le riprese sono state effettuate da un "drone multi rotore" dotato di piccole eliche e di telecamera, un sofisticato minuscolo elicottero che viaggia in assenza di pilota, controllato da un computer a bordo e con tanto di telecamera

LECCE – La città come non l’avete mai vista. Dall’alto. E non come una semplice ripresa aerea, nella più classica sequenze d’insieme, agglomerati di palazzi, viali e strade come fossero strisce di pennarelli tratteggiate su un comune stradario, macchie di verde sparse qua e là. No.

Lecce come non l’avete mai vista grazie alle riprese effettuate da un drone multi rotore” dotato di  piccole eliche e di telecamera, un sofisticato minuscolo elicottero che viaggia in assenza di pilota, controllato da un computer a bordo e con tanto di telecamera.

Il risultato è un video pubblicato su Youtube di eccellente qualità, che trasporta lo spettatore in un viaggio onirico e che inevitabilmente rimanda ai sogni dell’infanzia, dove ci si scopre capaci di volare per raggiungere finalmente la cima dei palazzi, dei monumenti, altrimenti mai potuti osservare così da vicino. Se non agli uccelli. E nei sogni.

Il viaggio inizia sull’ovale di piazza Sant’Oronzo, dove poi finisce. Qui che il drone decolla per andare a riprendere la statua del santo patrono sulla colonna romana, il Sedile, l’Anfiteatro. Scende il drone, entra nei cunicoli dell’antica arena, si alza, sfiora la chiesa di Sant’Irene, accarezza la splendida facciata di Santa Croce. Emozionante. Lecce è ancora più bella da quassù, sembra un’altra città, con altri angoli, un’altra luce, un’altra bellezza che non conoscevamo.

Lecce dai tetti bellissimi. Silenziosi. Che contano il tempo che a noi, da qui, sfugge. E quando il drone sale sulla punta del campanile del Duomo, un colombo impaurito dall’intruso vola via e lascia il posto all'occhio digitale. E sono vertigini.

La Villa comunale vista dall’alto sembra una residenza aristocratica liberty. Carrellate sulle fontane, sulle siepi rimandano per un attimo ad una villa della Provenza. Ma è Lecce. Una città fragile e unica per la sua bellezza. Dovremmo ricordarcene sempre.

Nota di merito per le riprese aeree e montaggio video all’autore, Roberto Leone. Riprese esterne, Stefano Tramacere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città come non l’avete mai vista: il volo del drone sulle bellezze di Lecce

LeccePrima è in caricamento