Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Due agenti della stradale condannati per concussione

Sotto indagine i poliziotti sono finiti per un presunto regalino ricevuto da commerciante per chiudere un occhio ed omettere di elevare un verbale di contravvenzione nel corso di un controllo stradale

tribunale-38

Due agenti della polizia stradale in servizio a Lecce sono stati condannati con l'accusa di concussione e rifiuto di atti d'ufficio. Quattro anni inflitti a Giuseppe Rollo, 48enne di San Donato di Lecce, tre anni e mezzo nei confronti di Lorenzo Giancane, di 37, domiciliato a Calimera. La sentenza è stata pronunciata dal gup Nicola Lariccia nel processo che si è celebrato con l'abbreviato.

Sotto indagine i due poliziotti sono finiti per un presunto regalino ricevuto da un commerciante per chiudere un occhio ed omettere di elevare un verbale di contravvenzione nel corso di un controllo stradale. L'episodio di presunte divise blu "sporche" si sarebbe verificato lungo la tangenziale Est, all'altezza della strada statale 613, il 29 ottobre del 2004.


Quel giorno, Rollo, con il grado di ispettore capo e Giancane, agente, avrebbero costretto un commerciante, titolare della licenza di vendita come ambulante di calzature a cedere loro "quattro paia di scarpe" recandosi nel negozio. Alcune ore prima, i due agenti avevano proceduto al controllo del mezzo furgonato del commerciante, omettendo di elevare un verbale di contravvenzione. Il pm Lino Bruno aveva chiesto cinque anni di carcere per entrambi. Gli avvocati Francesca Conte e Massimiliano Petrachi avevano chiesto l'assoluzione dei loro assistiti per non aver commesso il fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due agenti della stradale condannati per concussione

LeccePrima è in caricamento