Cronaca

Due gravi infortuni: 46enne ferito al volto da motosega, pensionato cade dal cornicione

Il titolare di una ditta di manufatti in pietra, a Botrugno, ferito al viso dalla lama. Un 71enne di Veglie precipita da quattro metri

L'ospedale di Tricase (Foto di repertorio)

BOTRUGNO – Resta ferito sul luogo di lavoro, utilizzando una sega circolare. E’ accaduto a Botrugno, ai danni del titolare di una ditta. Questa mattina, un 46enne nato in Svizzera, ma residente a Spongano, è finito in ospedale a seguito dei tagli riportati all’interno della sua azienda,  specializzata nella lavorazione della pietra leccese.

Intorno alle 9 e mezzo, l’uomo stava eseguendo alcune operazioni di manutenzione quando è stato colpito al volto dalla lama circolare dello strumento. Soccorso immediatamente, è stato accompagnato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano e ricoverato in prognosi riservata. Fortunatamente, non è in pericolo di vita ed è stato trasferito nell’ospedale di Tricase per essere sottoposto a un intervento chirurgico. Sul posto, intanto, sono giunti i carabinieri della stazione di Nociglia, assieme al personale dello Spesal, il Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro.

Un secondo infortunio, inoltre, si è verificato nel tardo pomeriggio di ieri, a Veglie. Un uomo di 71 anni, nato a San Pancrazio Salentino,  pensionato, Mentre si trovava seduto sul cornicione di della propria abitazione, ha perso l’equilibrio ed è caduto per strada, dopo un volo di circa quattro metri. Soccorso dai carabinieri della stazione di Veglie, è stato accompagnato al “Vito Fazzi” di Lecce,  dove è tuttora ricoverato,  ma fortunatamente non in gravi condizioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due gravi infortuni: 46enne ferito al volto da motosega, pensionato cade dal cornicione

LeccePrima è in caricamento