Cronaca

Due nigeriani aggrediscono ragazze connazionali

Tutto ha avuto inizio intorno le 23 circa, quando le vittime, due donne nigeriane, rispettivamente di 28 e 29 anni, stavano rientrando nel proprio appartamento, a Magliano. Arrestati 31enne 28enne

car3[1]-10

CARMIANO - Tutto ha avuto inizio intorno le 23 circa, quando le vittime, due donne nigeriane, rispettivamente di 28 e 29 anni, stavano rientrando nel proprio appartamento, a Magliano, frazione di Carmiano. Ed è lì che sono state aggredite da due loro connazionali, quasi fossero giunti da Bari, città dove i due vivono, nel Salento, per una sorta di spedizione punitiva che partiva però dal loro Paese. Arrestati poi dai carabinieri della stazione locale e dai colleghi del Radiomobile della compagnia di Campi Salentina.

Si tratta di Iybor Oni, 31 anni e Alex Osarinmwian, 28 anni. I due, ora detenuti preso la Casa circondariale di Lecce, dovranno rispondere di rapina e delle conseguenti lesioni procurate alle ragazze, cui i sanitari hanno diagnosticato traumi e contusioni guaribili in 5 e 10 giorni.

Quando le due donne stavano per aprire la porta di casa, dal buio sono saltati fuori i due connazionali che le hanno aggredite, strappando loro le borsette e impadronendosi delle chiavi dell'appartamento: l'ipotesi più plausibile - corroborata dalle dichiarazioni delle ragazze - è che intendessero costringerle a farveli entrare con loro, per poi proseguire nel loro intento.

Le vittime hanno però avuto la forza di divincolarsi e fuggire, lasciando nelle mani degli aggressori le borsette con dentro denaro e telefoni cellulari, oltre proprio alle chiavi di casa.

Immediata la chiamata al 112 e altrettanto rapido l'intervento di una pattuglia Radiomobile, al cui arrivo le ragazze, che si erano nascoste nei pressi del loro appartamento, hanno tentato di raccontare ai militari quanto accaduto.

I due aggressori, nel frattempo, non si sono per nulla dileguati ma sono rimasti nell'alloggio della connazionali in attesa che ritornassero. E appena riviste, incuranti della presenza dei carabinieri le hanno di nuovo aggredite verbalmente e fisicamente, prendendo a pugni la più giovane e innescando una situazione caotica.

I militari hanno dovuto faticare non poco per interporsi e far calmare la situazione; i due assalitori alla fine sono scappati e uno di loro, in particolare, con indosso un paio di pantaloni e un accappatoio di colore rosso sottratto a una delle donne.


Proprio nelle vicinanze della casa delle rapinate, era da poco passata la mezzanotte, i militari hanno rintracciato i due arrestati, fermati poi nel giardino antistante con il denaro, circa 200 euro, e i cellulari sottratti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nigeriani aggrediscono ragazze connazionali

LeccePrima è in caricamento