Due vetture e un furgone in fiamme nell'ennesima notte di fuoco

Prima Lecce, poi Monteroni e San Cesario. Dalle 2 di notte circa, richieste alla sala operativa e interventi a raffica dei pompieri fra il capoluogo e i dintorni. Su tutti e tre gli episodi stanno ora indagando i carabinieri

LECCE – Notte molto movimentata a Lecce e nell’hinterland per una serie di incendi sui quali sono al momento in corso indagini. Dalle 2 di notte circa, fin quasi alle soglie dell’alba, presso la sala operativa dei vigili del fuoco, non sono mancate le richieste d’intervento per via di roghi che hanno interessato diversi veicoli.

Il primo episodio risale all’una e 50 circa quando nel capoluogo, in via Francesco Antonio Astore (una traversa di via Merine) le fiamme hanno improvvisamente avvolto tutta la parte posteriore di un’Audi A5, intestata alla concessionaria Volkswagen di Lecce e in uso a una giovane commerciante.

Non sono chiare, al momento, le cause scatenanti del rogo che ha letteralmente divorato quasi metà dell’auto, ma se da un lato si sospetta il dolo, dall'altro non si esclude che tutto possa essere scaturito da una centralina ubicata nella parte posteriore. Il calore sprigionatosi ha fatto esplodere il lunotto posteriore e le fiamme si sono così propagate anche nell’abitacolo. E' rimasta lievemente danneggiata ance la parte anteriore di una Renault Megane. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Sezione radiomobile del capoluogo. Le indagini sono ora affidate ai militari della stazione di Santa Rosa. 

Il secondo intervento, invece, risale alle 2,25 circa. E questa volta la richiesta è giunta da Monteroni di Lecce, dove, su via Bengasi, proprio all’incrocio con corso Umberto I, una delle vie principali della cittadina, un principio d’incendio ha riguardato il cofano di un vecchio furgone Iveco cassonato da lavoro. Le fiamme, in questo caso, hanno fatto poca strada, non arrivando a distruggere il mezzo.

Una fortuna, considerando che nel cassone vi erano diversi oggetti facilmente infiammabili, fra cui un divano, e, alle spalle, in una strada peraltro piuttosto stretta, anche altre autovetture parcheggiate. Attorno alle 5 del mattino, infine, una terza chiamata è giunta da San Cesario di Lecce dove, anche qui per cause in fase d’accertamento, è andata a fuoco tutta la parte anteriore di un’altra autovettura. Era parcheggiata in via Vincenzo Cepolla, nel cuore del centro storico del paese. Si tratta di una Daewoo Matiz, di proprietà di un cittadino di origine albanese. Anche in questi due episodi sono intervenuti i carabinieri per gli approfondimenti di rito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

Torna su
LeccePrima è in caricamento