Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

E a spoglio in corso esplode inarrestabile la festa

Mentre lo spoglio continua, a quorum ormai raggiunto, Laforgia esce tra gli applausi dalla sala conferenze per raggiungere la hall. E scoppia la festa. Spumante e abbracci salutano il magnifico

Mentre lo spoglio continua, a quorum ormai raggiunto, il rettore Laforgia esce tra gli applausi dalla sala conferenze per raggiungere la hall. Lo seguono i colleghi, gli studenti, i giornalisti. Flash, strette di mano, baci, bottiglie di spumante che si stappano e ancora applausi. Il magnifico rettore è visibilmente commosso, soprattutto quando prende in braccio il nipotino Davide. La festa sembra ad un tratto essere tutta per il piccolo. Quel che piace di questo nonno di 56 anni, affermano in più tornate gli studenti. è che dietro il personaggio austero si cela un uomo cordiale e sempre disponibile al confronto.

La notizia dell'elezione del successore di Oronzo Limone s'è diramata nel giro di pochi minuti, fra telefonini ed e-mail. E subito sono partiti i primi auguri da parte delle istituzioni a Domenico Laforgia. "Accogliamo con soddisfazione l'elezione di Laforgia a rettore dell'ateneo salentino", ha commentato il sindaco Paolo Perrone. "Dopo questa complicata fase di transito - evidenzia il primo cittadino - l'Università del Salento può ripartire con la guida autorevole e prestigiosa del professor Laforgia. Un ateneo che funziona rappresenta probabilmente uno dei migliori strumenti a disposizione del territorio ed a sostegno del suo sviluppo. Lo spessore della figura di Laforgia, a cui va tutto il nostro incoraggiamento per il lavoro che lo attende, e la consistenza dell'offerta formativa dell'Università salentina, sono garanzie per chi considera l'istituzione accademica una risorsa da sfruttare ed un interlocutore di primissimo piano. Considero con favore i propositi del nuovo Rettore per un'apertura al dialogo all'interno dell'ateneo, nei confronti di tutte le componenti accademiche, e all'esterno, verso tutti gli altri attori istituzionali. Per questo - conclude Paolo Perrone - auspico che Università del Salento e Comune di Lecce possano collaborare in maniera stretta e proficua e costruire un rapporto istituzionale aperto e trasparente".

Auguri anche da parte del segretario provinciale di Cisl Università, Antonio Capodieci, e del segretario generale del sindacato, Franco Surano. "Formuliamo i migliori auguri di un proficuo mandato al nuovo rettore dell'ateneo, professor Domenico Laforgia. L'auspicio che rivolgiamo è che si possa dare avvio ad un percorso di profondo rinnovamento politico-amministrativo e, più in generale, di tutti gli aspetti istituzionali della nostra Università, in virtù del quale Cisl Lecce e Cisl Università si dichiarano pronte, fin da ora, ad un costruttivo e sincero dialogo con la controparte pubblica".

Secondo Confindustria Lecce, il benessere e la qualità della vita di un paese e dei suoi abitanti sono strettamente collegati all'impegno nel settore della conoscenza, della ricerca scientifica ed agli investimenti in tecnologia ed innovazione. Ed è proprio in quest'ottica che il presidente di Confindustria Lecce Piero Montinari, insieme agli organi direttivi ed al direttore generale Antonio Corvino che si congratulano con Laforgia per la sua elezione. "Il consenso ricevuto - ha detto il presidente Montinari - premia non solo l'impegno profuso ed i risultati conseguiti da Laforgia in qualità di preside della Facoltà di Ingegneria in questi anni, ma il lavoro dell'uomo, del manager ed il suo programma concreto e costruttivo, che riuscirà, forte di un appoggio assolutamente trasversale, a portare l'ateneo salentino ai più alti livelli accademici nazionali ed internazionali. Intendiamo, pertanto - continua Montinari- dare nuova linfa al rapporto Università - Imprese, manifestando sin da ora la disponibilità di Confindustria Lecce a collaborare con un polo della formazione d'eccellenza e della ricerca all'avanguardia, capace di sostenere i bisogni di innovazione di un bacino molto più grande rispetto alla sola provincia di Lecce".

"L'obiettivo, in quest'ottica - ha aggiunto il direttore generale Corvino- è quello di favorire un raccordo sempre più stretto tra domanda di innovazione e ricerca da parte delle imprese e l'offerta universitaria, riuscendo altresì ad individuare e ad ottimizzare gli strumenti finanziari allo scopo predisposti a livello comunitario, nazionale ed internazionale".

Felicitazioni anche da parte del consigliere regionale dell'Udeur e vicepresidente della VII commissione, Affari istituzionali, Antonio Buccoliero. "Al neorettore dell'università del Salento, Domenico Laforgia, rivolgo gli auguri più sinceri per un lavoro intenso, fecondo e condiviso, che punti a fare del nostro Ateneo un punto di forza fondamentale per la cultura e l'economia salentine. L'Università del Salento - prosegue Buccoliero - al di là delle difficoltà e delle recenti polemiche, rappresenta una fucina di talenti, che il nostro territorio non può ignorare, se intende realmente investire nella Ricerca e nell'Innovazione. Il contributo che l'Università può offrire alle imprese e al mondo del lavoro in genere può essere di enorme portata a condizione, però, che le stesse imprese e le Istituzioni guardino con fattivo interesse al mondo universitario. Quello del rettore Laforgia sarà un compito impegnativo e delicato, ma al contempo entusiasmante e coinvolgente, che deve poter contare sull'impegno concreto di docenti e studenti. In questo senso - conclude Buccoliero - credo che anche il contributo fornito dagli altri candidati alla carica di rettore, nel corso di queste settimane di campagna elettorale, possa rappresentare un valido apporto per realizzare un programma condiviso per una crescita globale dell'Università del Salento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E a spoglio in corso esplode inarrestabile la festa

LeccePrima è in caricamento