Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

E' di oltre 4mila euro la ricompensa per chi ha notizie sulla morte di Dixy

Il cane è stato trovato ucciso nelle campagne. L'assessore Guido ha avanzato l'idea di una taglia. E in molti l'hanno già seguito

L'assessore Andrea Guido.

LECCE – E’ arrivata a quota 4mila 150 euro la taglia che sarà devoluta a chi fornirà indicazioni utili a scovare gli autori della barbara uccisione di Dixy, un cucciolo di pastore tedesco di due anni. Il corpo del povero animale è stato ritrovato mercoledì scorso nelle campagne di Casalabate. Aveva la coda spezzata ed era stato anche imbavagliato. E sembra che non sia nemmeno il primo episodio in zona.

Proprio per questo, a margine della scoperta, l’assessore alle Politiche ambientali del Comune di Lecce, Andrea Guido, ha lanciato un metodo che lui stesso ha definito “d’altri tempi”: una taglia. Proprio come nel Far West. E ora, accanto all’immaginario manifesto “reward” appare scritto 4mila 150 euro. A tanto ammonta, infatti, quanto raccolto dall’assessore tramite amicizie e conoscenze su

Facebook. Una raccolta che ha visto protagoniste varie associazioni e a tanti cittadini. Tutti indignati per un’uccisione barbara e insensata. Molti hanno dichiarato la propria somma pubblicamente, tanti altri hanno contattato l’assessore in privato, preferendo restare anonimi, ma assicurando comunque la propria partecipazione.

 “Ritengo che non sia necessario istituire un Iban o un conto corrente postale per raccogliere i soldi a priori”; ha specificato Andrea Guido. “Aspettiamo prima di raggiungere il risultato, dopodiché ognuno sicuramente terrà fede all’impegno preso pubblicamente”.

foto-cane-3-3“Ognuno di noi, attraverso il proprio profilo personale, ha dichiarato sul social web Facebook la cifra che è disponibile a versare. L’importo della nostra taglia supera la mia aspettativa. Ora - conclude l’assessore - vogliamo che venga rintracciato il responsabile e che paghi per quello che ha fatto: episodi del genere non devono più succedere”.

Guido può ancora essere contattato su Facebook, o attraverso gli uffici dell’Assessorato di viale Aldo Moro civico 30/3. Questo significa che la raccolta prosegue e che la cifra può anche salire ancora. L’importante è che si raggiunga il risultato.

“Si deve assolutamente fare in modo che il colpevole non la passi liscia e che possa ricevere una pena esemplare per il vile gesto. Chiederemo a gran voce alla magistratura leccese di fare nessuno sconto”, tuona Guido.

“Allarmante è il pensiero che questo criminale giri a piede libero, tra i cittadini e i famigliari ignari. E magari dopo aver brutalmente ucciso, se ne è tornato indisturbato a casa continuando tranquillamente la sua vita, quella vita che ha strappato in una maniera atroce a un piccolo essere indifeso che di certo non hanno potuto fare nulla per meritarsi tutto questo ed ha pagato lo scotto di una mente malata”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' di oltre 4mila euro la ricompensa per chi ha notizie sulla morte di Dixy

LeccePrima è in caricamento