Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Otranto

E' lotta alle corse sfrenate in moto: 29 violazioni

Posti di controllo della polizia durante tutta la settimana con 34 denunce per reati di vario tipo. E, soprattutto, attenzione puntata sulla litoranea adriatica. Velocità, ma anche guida senza patente

OTRANTO - Lotta alle corse sfrenate sulle litoranee del mare. Nel corso dell'intera settimana appena trascorsa, la questura di Lecce ha intensificato i controlli, anche al fine di garantire una maggiore sicurezza stradale. Purtroppo, di recente si sono verificati diversi incidenti gravi, vere e proprie tragedie della strada. Oltre 1500, dunque, le persone identificate, 745 i veicoli di vario tipo fermati. Sono stati eseguiti 76 posti di controllo in tutta la provincia. Ben 34 le persone denunciate, per reati di vario genere. Rilevate 82 infrazioni al codice della strada, con il ritiro 14 carte di circolazione.

I dati più interessanti riguardano, però, soprattutto le corse in moto. E da questo punto di vista, la sezione di polizia stradale di Lecce ed il reparto prevenzione crimine hanno dato supporto al commissariato di Otranto, per svolgere servizi mirati di prevenzione sulla litoranea adriatica. Le pattuglie sono state dislocate in particolare tra la Otranto- Porto Badisco e Santa Cesarea Terme. Bene 77 i bolidi fermati per un controllo. In 29 casi si è proceduto alla contestazione a causa di varie trasgressioni al codice della strada.

I motivi sono vari. Di certo, l'eccesso di velocità - considerando anche la potenza dei motori - è la violazione più frequente, ma non mancano anche episodi di modifiche apportate ai mezzi, per renderli più competitivi, e persino alle targhe (ben nove casi). Altre infrazioni hanno riguardato il cambio di corsia e di direzione di marcia, fra le cause più frequenti di sinistri stradali, se non addirittura la guida senza patente. Sei le carte di circolazione ritirate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' lotta alle corse sfrenate in moto: 29 violazioni

LeccePrima è in caricamento