Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

E' morto Giuseppe Signore, uno dei principi del Foro

E' deceduto alle prime luci di oggi all'ospedale "Vito Fazzi", all'età di 85 anni, uno degli avvocati più rinomati di Lecce. Dalla sua scuola sono usciti molti professionisti della nuova generazione

Un principe del foro dal carattere burbero ma schietto e dal gran cuore. Spigoloso e di alta correttezza e onestà. Giuseppe Signore, noto penalista, viene ricordato così, con un profilo tracciato dai suoi stessi allievi che negli anni si sono succeduti nello studio di via don Minzoni, di fronte alla Scuola Privata Media dell'Istituto "Marcelline" per imparare la materia giuridica e i trucchi di un mestiere che Signore ha svolto con passione e abnegazione fino a poche settimane fa. Una recente comparsa in tribunale è coincisa con la sua ultima vittoria: l'assoluzione dell'avvocato Giovanni Montinaro coinvolto nel processo scaturito dall'operazione "Tre Piedi". Il mondo forense leccese è in lutto per la morte del penalista, deceduto all'alba, alla veneranda età di 82 anni in una stanza del "Vito Fazzi", infiacchito e ormai logorato da una lunga malattia.

Originario di Lequile, Signore era uno dei maggiori rappresentanti della "scuola classica" del foro leccese, cresciuto all'ombra dei grandi di inizio secolo, nomi quali Francesco Rubichi, Oronzo Massari, a cui è intestato il piazzale antistante la stazione ferroviaria. Figlio di illustri avvocati che hanno sfornato la "nomenclatura" rappresentata da una generazioni di penalisti come Vittorio Aymone, Enzo Vernaleone, Giulio Cesare Mallia, Pasquale Corleto, oltre a Giuseppe Signore. Le sue battaglie in tribunale per difendere in particolare i "colletti bianchi", processi legati a reati di natura amministrativa a Lecce e provincia. Al fianco di Ettore Giardiniero, l'ex-sindaco del capoluogo e di tanti altri primi cittadini o ancora la difesa di Tommaso Ricchiuto, della Igeco.


Assolutamente refrattario a qualsiasi manifestazione di mondanità, dal suo studio in cinquant'anni di attività, si è formata la gran parte del penale, gli avvocati dell'ultima generazione, Marcello Petrelli, Giuseppe Romano, Michele Palazzo e Carlo Sariconi. La camera ardente, su esplicita richiesta dello stesso avvocato, è stata allestita in ospedale. I funerali si svolgeranno domani pomeriggio alle 16 e 30 nella chiesa del suo quartiere "San Giovanni Bosco". Signore lascia la moglie e due figlie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Giuseppe Signore, uno dei principi del Foro

LeccePrima è in caricamento