Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

E nel campo ad ortaggi spunta una bomba a mano

L'ordigno da guerra sovietico, di recente fabbricazione, in forza all'esercito albanese, è stato trovato dalla Guardia di finanza in un campo durante una perlustrazione lungo il litorale di Frigole

Una bomba a mano sovietica, perfettamente funzionate, di recente fabbricazione, con il detonatore di costruzione cinese, è stata rinvenuto dai militari della Guardia di finanza di Lecce in un campo coltivato ad ortaggi, nei pressi del litorale di Frigole, a circa 150 metri dalla spiaggia. Si tratta di un ordigno da guerra di tipo offensivo, pericolosissimo, carico di circa 60 grammi di tritolo, la cui sigla è "Rgd/5", in dotazione all'esercito albanese. La bomba a mano (nella foto), aveva ancora la linguetta al suo posto, particolare che l'ha resa assai pericolosa per tutto il tempo che è rimasta nascosta nel campo tra gli ortaggi. Sarebbe bastato che qualcuno avesse poggiato inavvertitamente il piede sopra, strisciando sulla linguetta, per farla esplodere, con conseguenze tragiche.

Ma l'episodio potrebbe rilevarsi ancora più inquietante se le ipotesi degli investigatori trovassero conferma: l'ordigno, perso durante il trasporto, potrebbe infatti far parte di una modesta partita di bombe giunte nel Salento a seguito di uno sbarco, dato che la zona dove è avvenuto il ritrovamento nasconde ogni genere di segni, inequivocabili, che riconduco agli approdi notturni sulle coste salentine a bordo dei gommoni con partenza al di là dell'Adriatico.

Sul luogo è giunto una artificiere del Comando dei carabinieri di Lecce, il quale ha provveduto a subito a disinnescare il detonatore e successivamente a far brillare l'ordigno dopo l'autorizzazione concessa dal pm di turno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E nel campo ad ortaggi spunta una bomba a mano

LeccePrima è in caricamento