Cronaca

Eccessi di Pasquetta: ritrovati in spiaggia due minorenni ubriachi

Entrambi 17enni della zona di Tricase, sono stati soccorsi ieri pomeriggio a Posto Vecchio. Uno portato in ospedale, per l'altro flebo in loco del 118

SALVE - Hanno esagerato con l’alcool, al punto che uno è persino finito in ospedale, per essere comunque dimesso poco dopo. Per fortuna sono state sufficienti alcune flebo per permettere che si riprendesse. Protagonisti, due ragazzi della zona di Tricase, entrambi di 17 anni (uno prossimo ai 18) che ieri pomeriggio sono stati ritrovati mezzi svenuti sulla spiaggia di Posto Vecchio, marina di Salve. Sebbene entrambi gli episodi abbiano riguardato due giovani quasi coetanei e la stessa località, non sembra che vi sia una connessione. Probabilmente i ragazzi nemmeno si conoscono o, comunque, non facevano parte della stessa comitiva.  

Il primo giovane è stato rinvenuto riverso in spiaggia per caso da una pattuglia di carabinieri della stazione locale che stava perlustrando il lungomare. Viste le condizioni del giovane, incapace di rialzarsi, al limite del coma etilico, i militari hanno chiamato il 118. L’ambulanza ha trasportato il giovane presso l’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase. Aveva un tasso alcolico piuttosto elevato ed è stato sottoposto ad alcune cure. Ripresosi, ha potuto fare ritorno a casa in giornata.

L’aspetto particolare è che circa mezzora dopo quest’episodio, un’altra richiesta d’intervento è pervenuta al 118. Alcune persone hanno contattato i sanitari per via di un secondo minorenne semicosciente in spiaggia, anch’egli vittima dei bagordi di Pasquetta. L’ambulanza ha raggiunto la zona e anche i carabinieri si sono interessati alla vicenda. In questo caso, non c’è stato bisogno di ricovero. Il giovane si è ripreso dopo le prima cure sul posto ed è stato affidato ai genitori.

Al momento non è chiaro se i due ragazzi abbiano acquistato sostanze alcoliche direttamente a Posto Vecchio o se le abbiano portate fin dalla mattina dai loro comuni di provenienza. Di certo, non è la prima volta che si verificano episodi analoghi. Dopo l’ultimo Halloween vi è stata un’ondata di sdegno in tutto il Salento e la richiesta di verifiche più rigorose per via di una ragazzina in coma etilico, in seguito agli eccessi durante una festa privata in un locale. Ma è chiaro che i controlli non sempre sono semplici o immediati. In occasioni come Pasquetta, fra gite al mare e l’uso di villette private, l’alcool spesso viene consumato a fiumi, complice magari l’acquisto fatto da maggiorenni o la scarsa premura di qualche rivenditore con pochi scrupoli morali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccessi di Pasquetta: ritrovati in spiaggia due minorenni ubriachi

LeccePrima è in caricamento