Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Il Tar smentisce il Comune: nessun diritto alla restituzione dell'ecotassa

Palazzo Carafa, convinto che il dato reale della raccolta differenziata fosse del 16,28 e non del 10,84 aveva presentato ricorso, ritenendo di aver patito un danno economico. Il M5S chiede l'intervento del sindaco e un consiglio comunale monotematico

LECCE – Sulla percentuale di raccolta differenziata nel Comune di Lecce ha ragione il dirigente dell’Ufficio gestione rifiuti della Regione Puglia: per il capoluogo salentino, nel 2012, l’aliquota corretta è del 10,84 per cento e non il 16,28 come sostenuto dal settore Ambiente di Palazzo Carafa. E dunque la determinazione dell’ecotassa, cioè il tributo che viene imposto ai Comuni che si attestano sotto i limiti di raccolta previsti dalla normativa, non deve essere rivista.

L’amministrazione comunale ha contestato i criteri del calcolo sostenendo che il conferimento dei propri rifiuti presso l’impianto di selezione e biostabilizzazione di Cavallino comportasse una combinazione diversa dei dati che concorrono a formare la percentuale definitiva: in pratica, riteneva il comune, la frazione secca combustibile avrebbe dovuto essere inclusa nel computo finale.

Sulla base di questo ragionamento ha richiesto la restituzione delle somme che la Regione Puglia avrebbe indebitamente percepito nonché un risarcimento dei danni. Ma la prima sezione del Tar di Lecce ha respinto dunque il ricorso, compensando tra le parti le spese di giudizio. La sentenza è stata pubblicata il 2 aprile, circa quattro mesi dopo la discussione della vicenda in udienza.

Il verdetto dei giudici amministrativi rilancia ora la posizione degli attivisti di Lecce del Movimento Cinque Stelle che chiedono chiarezza sull’avvio della raccolta differenziata sistematica e la convocazione di un consiglio comunale monotematico aperto alla cittadinanza, lamentando l’estremo ritardo del Comune nella gestione del ciclo dei rifiuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar smentisce il Comune: nessun diritto alla restituzione dell'ecotassa

LeccePrima è in caricamento