Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Edilizia, trasporti, diritti: studenti sfilano in città

Gli studenti leccesi in occasione della giornata mondiale per il diritto allo studio manifestano fin sotto la Provincia per l'aumento del costo e dei trasporti e affidano alla "sorte" il loro futuro

LECCE - Rilancio dei temi più sentiti dagli studenti salentini questa mattina, nel corso della manifestazione organizzata come ogni anno in occasione della giornata mondiale per il diritto allo studio dall'associazione studentesca Udu di Lecce e dal recente coordinamento "Uniti contro la crisi".

Secondo le forze dell'ordine 400 gli studenti presenti, in particolare delle scuole medie superiori: molti quelli del liceo scientifico "Banzi" di Lecce, ridotta invece la presenza degli universitari rispetto alle precedenti mobilitazioni contro il ddl Gelmini. Presente anche la Cgil - Camera del lavoro territoriale di Lecce.

Per quanto riguarda l'edilizia, gli studenti denunciano la situazione drammatica in cui verterebbero gli edifici che li ospitano, "abbandonati alle responsabilità dei presidi, senza fondi da destinare a ristrutturazione o alla costruzione di nuovi edifici", in particolare nel basso Salento.

Emergenza invece sulla situazione dei trasporti: da marzo, le convenzioni messe in atto dalle società dei trasporti (Sgm, Fse e Stp) non saranno più sovvenzionate, e ciò provocherà un aumento sui prezzi del biglietto dal 20 al 40 per cento. Udu Lecce, Uds Provincia di Lecce e coordinamento "Uniti contro la crisi" hanno organizzato negli ultimi dieci giorni una raccolta dati, a cui hanno partecipato oltre 2mila e 500 studenti, tramite dei questionari volti a capire le varie problematiche e il costo delle varie tratte che i mezzi percorrono per portare gli studenti nei vari plessi dell'università e nelle scuole superiori. Il documento che ne è uscito fuori, questa mattina è stato portato in Provincia al termine della manifestazione, al fine di sensibilizzare le istituzioni al problema.

"Affidiamo il futuro alla sorte"

Originale iniziativa per sottolineare la riduzione drammatica della disponibilità di borse di studio per gli studenti. Nell'ateneo salentino la copertura è pari a solo il 44,57 per cento, ovvero su 4milae 411 studenti idonei a ricevere la borsa di studio, solo mille e 966 ne hanno avuta una, tutti gli altri si trovano nella condizione di essere i cosi detti "idonei non vincitori". Proprio ad uno di questi "idonei non vincitori", sarà devoluto in forma di simbolica borsa di studio l'incasso di un concerto organizzato questa sera presso il Codacci.- Pisanelli, "Dance for your future", a seguito di un concorso ad estrazione. Domani mattina si saprà il nome del fortunato beneficiario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia, trasporti, diritti: studenti sfilano in città

LeccePrima è in caricamento