Elettrauto e carrozzieri abusivi: cinque officine sequestrate, sette denunce

Sigilli ad attività sconosciute al fisco a Gallipoli, Collepasso, Matino, Nardò e Racale: tra i reati contestati anche lo smaltimento illecito di rifiuti

Una delle officine sotto sequestro

LECCE – Cinque officine meccaniche e autocarrozzerie abusive sotto sequestro. La guardia di finanza, nelle ultime ore, ha apposto i sigilli ad attività con sede a Matino, Racale, Collepasso, Gallipoli e Nardò.  I controlli delle fiamme gialle sono scaturiti da un lavoro di intelligence svolto sul territorio tramite numerosi appostamenti e l’incrocio di dati emersi dalle banche dati in uso ai militari. L’attività coordinata dal comando regionale di Bari ha fatto emergere vere e proprie attività artigiane completamente abusive: si tratta di officine meccaniche, elettrauto e autoriparatori, prive dei necessari titoli autorizzativi all’esercizio dell’attività artigianale, per la quale è prevista un’iscrizione al registro delle imprese della Camera di commercio.  Delle sette officine sottoposte a controllo, soltanto quattro sono risultate titolari di partita Iva, mentre le altre erano completamente sconosciute al fisco. IMG-20161123-WA0002-2


A finire nel mirino delle fiamme gialle del comando provinciale di Lecce – sette individui residenti a Gallipoli, Nardò, Matino, e Collepasso, che svolgevano le attività di meccanici, autoriparatori ed elettrauto.  Nel corso delle operazioni, eseguite all’interno delle autorimesse, sono state individuate attrezzate officine dotate delle necessarie strumentazioni per le riparazioni meccaniche, tutto in maniera completamente abusiva, oltre a varie autovetture pronte per essere riparate o comunque in fase di consegna al cliente.  Le attrezzature rinvenute, costituite da banconi da lavoro, attrezzi, ponti sollevatori idraulici, compressori, forni per la verniciatura, installate senza le dichiarazioni di conformità, sono state sottoposte a sequestro amministrativo, destinate alla successiva confisca. I cittadini trasgressori, invece, segnalati alla Camera di commercio di Lecce, competente per l’applicazione delle relative sanzioni. IMG-20161123-WA0001-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono state contestate anche violazioni di carattere penale, per alcuni illeciti nello smaltimento di rifiuti pericolosi e sono anche scattate sanzioni amministrative nei confronti dei proprietari delle autovetture: questi ultimi sono infatti obbligati ad avvalersi, per la manutenzione e la riparazione, di imprese autorizzate ovvero regolarmente iscritte alla Camera di commercio.  Nei confronti dei gestori delle attività abusive seguiranno accertamenti, anche di natura fiscale, per la quantificazione del volume d’affari sottratto al fisco. Il danno arrecato da tali attività illecite è trasversale e spazia dall’evasione fiscale fino alla concorrenza sleale nei confronti degli operatori regolari, passando per il danno ambientale connesso allo smaltimento incontrollato dei rifiuti pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento