Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Elicottero dei finanzieri scova un gommone spiaggiato: dentro 3 quintali di marijuana

Ennesimo sbarco sulle coste salentine. Il natante recuperato a Spiaggiabella, tra le marine leccesi di Torre Chianca e Torre Rinalda. Non c'era traccia di trafficanti, fuggiti forse appena hanno visto il mezzo aereo. Il valore commerciale della droga recuperata si aggira attorno al milione di euro

SPIAGGIABELLA (Lecce) – L’ultima volta ci avevano provato in un modo del tutto innovativo e inconsueto, con canoe trascinate da acqua scooter, stracolme di marijuana, quasi come in un film d’azione targato Hollywood. Nulla di così originale, questa volta. I trafficanti di droga si sono presentati sulle coste salentine con il “solito” gommone. E però il carico resta ragguardevole e fa comunque sempre notizia: sono quasi 3, infatti, i quintali di “erba” che i finanzieri hanno recuperato e sequestrato.

Il Salento, con la sua conformazione slanciata fra due mari, resta l’eterno crocevia di commerci d’ogni genere, compresi quelli illeciti. E dunque, la scoperta rimarca proprio il fatto che forse non si assesterà mai un colpo definitivo al traffico di stupefacenti nel Canale d’Otranto, lungo le cui tratte, oltre alla droga, dall’Albania provengono spesso anche armi.

E’ stato un elicottero della sezione aerea della guardia di finanza di Bari, coordinato dal reparto operativo aeronavale, ad avvistare un gommone arenato in località Spiaggiabella, tra le marine leccesi di Torre Chianca e Torre Rinalda. A bordo c’erano alcuni vistosi borsoni. Altri si trovavano sulla spiaggia. Il che ha lasciato subito intendere di cosa potesse trattarsi.

L’equipaggio, atterrato con l’elicottero nei pressi del natante, ha potuto verificate che all’interno c’era marijuana in grossi involucri. I pani erano stati chiusi con cellophane. Sul posto sono state fatte convergere pattuglie dei reparti territoriali della finanza di Lecce. In supporto anche carabinieri.

Considerato lo stato del mare, in questi giorni particolarmente agitato, e le piccole dimensioni del gommone sequestrato, gli investigatori delle “fiamme gialle” non escludono che lo stupefacente rinvenuto sia parte di un carico più grosso, giunto sulle coste italiane con altri mezzi. E che quindi potrebbe essere già stato trasportato altrove.

I responsabili di questa traversata non sono stati rintracciati. E’ possibile che siano fuggiti dopo aver notato la presenza del mezzo aereo. I militari della sezione operativa navale di Otranto, arrivati in seguito in zona, hanno eseguito rilievi per delineare la dinamica e analizzare le caratteristiche del mezzo.

La caccia ai trafficanti e ai destinatari ultimi della partita di droga è ancora tutta aperta. Il valore complessivo è stato calcolato in circa 1 milione di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elicottero dei finanzieri scova un gommone spiaggiato: dentro 3 quintali di marijuana

LeccePrima è in caricamento