Cronaca

Emergenza 118: Cisl e Cgil scrivono alla Regione Puglia

Le segreterie leccesi dei sindacati hanno richiesto all'assessore Tommaso Fiore un incontro risolutivo del problema dei 47 autisti e soccorritori licenziati. "Dove sono finite le internalizzazioni?"

118_001

LECCE - In merito al problema dei 47 operatori del 118 della Asl di Lecce che nel giro di poche settimane si troveranno senza un lavoro, i due segretari della funzione pubblica di Cisl e Cgil, Giuseppe Melissano e Simone Longo, hanno richiesto un incontro urgente all'assessore regionale alla Sanità, Tommaso Fiore.

"Il sistema di Emergenza Urgenza Territoriale 118 che in Puglia ha visto la luce il 1° marzo 2003, si è imposto da subito all'attenzione dei cittadini per il grado di efficienza che ha saputo dimostrare - si legge nella missiva inviata dalle segreterie leccesi dei due sindacati - dal punto di vista organizzativo il servizio si è articolato sul territorio regionale in maniera alquanto diversificata" coinvolgendo cioè, a seconda dei casi, le associazioni di volontariato, le Asl e le ditte private.


I sindacati ricordano che quando la Regione ha iniziato il percorso di internalizzazione del personale precario della pubblica amministrazione, il sistema di emergenza territoriale del 118 era tra i primi obiettivi.

"Oggi a distanza di quasi otto anni dal suo avvio, alcuni nodi sempre rimandati giungono al pettine, come nel caso della Provincia di Lecce, dove rischiano il licenziamento 47 operatori (autisti di ambulanza e soccorritori) - continua la lettera - e la Direzione generale della Asl trova oggi una soluzione per garantire il servizio al cittadino (proroga contratti alle ditte esterne) ma non certamente garantire i lavoratori. Qualcuno crede che la risposta sia nel precariato delle associazioni di volontariato. Qualcun altro propone la internalizzazione."


Le organizzazioni sindacali sottolineando anche il rischio concreto, per questi lavoratori, di un passaggio da un contratto a tempo indeterminato ad una situazione di lavoro occasionale, chiedono quindi all'assessore di riprendere il percorso interrotto delle stabilizzazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza 118: Cisl e Cgil scrivono alla Regione Puglia

LeccePrima è in caricamento