Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Emergenza immigrazione. Altri clandestini rintracciati sulla litoranea

Diciotto persone fermate dai carabinieri, mentre vagavano sulla strada che da Otranto porta a Santa Cesarea. Militari della Guardia costiera hanno rinvenuto un'imbarcazione di 10 metri a Punta Faci. Continuano le ricerche a terra

Foto di repertorio

OTRANTO - L’emergenza sbarchi è un fatto quotidiano sulle coste salentine: come un bollettino da esporre con numeri che ogni giorno parlano di vite e di persone, che attraversano il mare alla ricerca di un domani certamente migliore, fuggendo da un passato di miseria, di guerra, di difficoltà. Si giocano buona parte di quello che hanno per un viaggio della speranza, ma sembrano persino non “fare più notizia”, nonostante le tragedie piuttosto recenti, per via dell’insistenza con cui arrivano nel Salento.

Ne sono giunti altri 18, in queste ore, ma il numero potrebbe salire. Le indiscrezioni, raccolte tra le forze dell’ordine, sostengono l’eventualità che il gruppo salga fino a circa una quarantina di persone. Ufficialmente non è ancora uno sbarco, o meglio è solo un’indicazione tecnica di indagine, perché un’imbarcazione è stata trovata a Punta Faci, sulla litoranea che da Otranto conduce a Santa Cesarea, e diciotto immigrati sono stati trovati dalle pattuglie dei carabinieri, mentre vagavano sulla terraferma.

Sono due elementi, al momento separati, ma che si fa presto a vedere come fortemente connessi: a ritrovare l’imbarcazione di circa dieci metri e di colore bianco, con motore entrobordo, gli uomini della Guardia Costiera di Otranto, dopo l’avvistamento da parte di un’unità navale in transito. I clandestini, invece, sono stati recuperati dai carabinieri di Otranto. Ma, poiché, come anticipato in precedenza, si sospetta che il gruppo sia più numeroso, le pattuglie stanno ancora perlustrando il territorio.

Intanto, i 18 immigrati, tutti maschi e adulti, ritrovati sono stati condotti al “don Tonino Bello”, dove saranno visitati dal personale medico ed assistiti dai volontari della Misericordia di Otranto. Domani mattina, invece, avranno luogo le procedure di identificazione. La barca recuperata risulta ormeggiata nel porto idruntino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza immigrazione. Altri clandestini rintracciati sulla litoranea

LeccePrima è in caricamento