Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Via Eleonora Duse

Il caso Nardò: quarto veicolo veicolo in fiamme, il sindaco chiama il prefetto

Ieri sera in via Duse a fuoco la Ford Fiesta del proprietario di un bar. Nei giorni scorsi, altri mezzi sono finiti in fumo

Foto di repertorio.

NARDO’ – Se il “fenomeno” dei veicoli bruciati riguarda tutto il Salento, a Nardò, negli ultimi giorni, sta diventando una vera e propria emergenza. Con il caso di ieri sera, quando è andata a fuoco una Ford Fiesta, salgono a quattro i mezzi incendiati in poco più di una settimana.

Il rogo è divampato intorno alle 21,15 alla periferia della città, in via Eleonora Duse. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato e i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli. Al momento le cause non sono chiare, così come non lo sono state nei giorni scorsi, quando hanno preso fuoco due furgoni e un’altra auto. In tutte le circostanze, mezzi riconducibili a commercianti d'ogni genere. Di certo, anche questa volta non sono state trovate evidenti tracce di dolo. L’auto è del titolare di un noto bar di Nardò.

L’uomo è stato ascoltato dalla polizia. Il veicolo, un vecchio modello, aveva dodici anni. Questo, ovviamente, non significa che il caso debba attribuirsi necessariamente a un cortocircuito. Semplicemente, per ora la vicenda resta ammantata di mistero e si sovrappone in qualche modo alle altre storie, quantomeno per via della vicinanza temporale.  

Tutte queste vicende stanno mettendo in subbuglio la cittadina, tanto che il sindaco Pippi Mellone, ha chiesto già ieri al prefetto Claudio Palomba la convocazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Si terrà martedì 20 dicembre alle 16,30

“È necessario - spiega il primo cittadino - che le istituzioni coese si mobilitino facendo sentire forte la propria presenza sul territorio. È il momento di reagire e lo facciamo con tutti gli strumenti a nostra disposizione. Ritengo sia indispensabile, innanzitutto, sottoporre l’analisi di questo particolare momento in città al Prefetto e ai vertici delle forze dell’ordine, sperando che arrivino risposte immediate per la sicurezza e la serenità dei cittadini. Il tessuto sociale della nostra città, in ogni caso, è sano e forte e non consentirà sopraffazioni di sorta”.

“La città - dice Augusto Greco, consigliere delegato alla sicurezza - ha bisogno di risposte. Siamo molto vigili, ma anche preoccupati per quello che sta accadendo nelle ultime settimane ed è indispensabile a questo punto che se ne occupi il Comitato per l’ordine e la sicurezza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso Nardò: quarto veicolo veicolo in fiamme, il sindaco chiama il prefetto

LeccePrima è in caricamento