Cronaca

Emergenza ai titoli di coda: scuola e trasporti verso la regolare ripresa

Il Centro coordinamento soccorsi ha stabilito la cessazione del divieto di circolazione per i mezzi pesanti senza catene o pneumatici da neve, da giovedì alle 12. Istituti aperti, salvo disposizioni locali

Auto sotto la neve in città. Ormai, un ricordo.

LECCE – L'emergenza maltempo che ha colpito il Salento a partire dal giorno dell'Epifania, presenta oggi i titoli di coda ma non bisogna abbassare la soglia di prudenza data la diffusa presenza di ghiaccio. Lo raccomanda il Centro coordinamento soccorsi che nella riunione di oggi pomeriggio ha stabilito che dalle 12 di domani, giovedì, cesserà il divieto di circolazione per i mezzi pesanti senza catene o pneumatici da neve.

Si ripristinano dunque le condizioni per consentire la riapertura delle scuole, fatte salve diverse determinazioni dei sindaci in base ad esigenze locali. Nel capoluogo questa mattina sono stati avviati tutti gli impianti di riscaldamento delle scuole di ogni ordine e grado che domani riapriranno i battenti. Dopo le vacanze estive e la chiusura straordinaria per maltempo le aule hanno bisogno di un'accensione prolungata per poter essere ospitali, anche se l'assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Messuti, rassicura i genitori: grazie al teleriscaldamento gli istituti comunali sono stati comunque riscaldati nei giorni di sospensione forzata delle attività (i termosifoni resteranno comunque accesi per tutta la notte). Le lezioni già ripartite oggi ad Aradeo, Alezio, Sogliano Cavour, Cutrofiano, Leverano, Novolì, Castrì, Caprarica.

Intanto da Roma giunge la notizia che governo accorderà lo stato di calamità invocato dalle Regioni i cui territorio sono stati colpiti dall’ondata di freddo che si è abbattuta soprattutto sul Centro Sud a partire da giovedì scorso.Lo ha riferito il sottosegretario alle Infrastrutture, Umberto Del Basso De Caro, dopo aver sentito il ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina. Il provvedimento consentirà una boccata d’ossigeno alle aziende, ma prima bisognerà fare una puntuale analisi della situazione, con la stima dei danni.

La relativa delibera regionale, senza la quale non ci può essere alcuna dichiarazione, è comunque già pronta secondo quanto assicura l’assessore alle Risorse Agroalimentari,  Leonardo Di Gioia: “La situazione, ad oggi, è gravissima  in gran parte delle zone rurali dei comuni di tutte le sei province: dalla zootecnia al comparto ortofrutticolo, vitivinicolo, vivaistico, lattiero caseario, i danni alla nostra agricoltura sono evidenti e necessitano un intervento nazionale che ci consenta di attingere al Fondo di solidarietà nazionale. Questo per ristabilire, nel minor tempo possibile, una situazione di normalità e risarcire produttori e proprietari di aziende agricole e zootecniche”.

Per quanto riguarda la viabilità a Lecce, poco prima delle 12 è stato riaperto il sottopasso di viale Japigia, fondo viscido nel sottopasso di piazzale Rudiae e sul ponte di viale della Repubblica.

E' stata riaperta l’uscita 1B (Brindis) della Tangenziale Est dove all’alba erano segnalate formazioni di ghiaccio su ponti e sottopassi. La Tangenziale Ovest presenta fondo viscido ma è percorribile, con presenza di ghiaccio e neve ai margini della carreggiata.  La superstrada SS16 Lecce-Maglie è percorribile regolarmente ed è stato riaperto lo svincolo dell’uscita Tangenziale-Est Brindisi. La SS 101 Gallipoli Leuca presentava nelle prime ore della mattinata tratti ghiacciati soprattutto in prossimità di curve e sui cavalcavia. Si tratta di situazioni che miglioreranno definitivamente a partire da domani: il bollettino meteo conferma infatti anche per oggi temperature minime molto basse e gelate. Anas ha comunque già annunciato il ripristino della viabilità in modo sostanzialmente regolare in tutta la regione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza ai titoli di coda: scuola e trasporti verso la regolare ripresa

LeccePrima è in caricamento