Cronaca

Emergenza topi nel Tribunale per i minorenni, l'allarme della Confsal-Unsa

Dopo le pulci e i pidocchi, gli uffici giudiziari leccesi devono fare i conti con una nuova emergenza igienico-sanitaria. E' stata segnalata e accertata la presenza, nell'edificio del Tribunale per i minorenni, di topi che hanno nidificato, depositando feci e urine in vari punti, mettendo a rischio la salute di tutti quelli che frequentano gli uffici

LECCE – Dopo le pulci e i pidocchi, gli uffici giudiziari leccesi devono fare i conti con una nuova emergenza igienico-sanitaria. E' stata segnalata e accertata la presenza, nell'edificio del Tribunale per i minorenni, di topi che hanno nidificato, depositando feci e urine in vari punti, mettendo a rischio la salute di tutti quelli che frequentano gli uffici. In alcuni casi i ratti sono stati anche avvistati, dopo aver rosicchiato fascicoli. A lanciare l’allarme è, ancora una volta, la Confsal-Unsa, sempre in prima linea su tutti i temi locali e nazionali in materia di giustizia.

La vicenda è già in cima alle priorità della presidenza e della dirigenza del Tribunale per i minorenni. “Tuttavia – spiega Giovanni Rizzo, segretario regionale della Confsal-Unsa –, nell'apparente incertezza normativa e operativa causata dal trasferimento dai Comuni al Ministero delle competenze in materia di immobili, è necessario sapere chi, quando e con quali modalità effettuerà il necessario e tempestivo intervento di derattizzazione (circostanza legata ovviamente all'individuazione di chi dovrà sopportarne i costi).

Le iniziative tempestivamente intraprese (comprese quelle che sarebbero state messe in atto dallo stesso personale) non sono sufficienti a eleminare il problema, e un ufficio pubblico non può restare campo d'azione di animali pericolosi come i topi, di cui è nota la pericolosità con riguardo a contaminazioni, a contagi, a infezioni e a diffusione di parassiti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza topi nel Tribunale per i minorenni, l'allarme della Confsal-Unsa

LeccePrima è in caricamento