Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Emergenza Xylella. L'Europa contraria all'abbattimento degli ulivi colpiti

Questa la decisione maturata in sede europea in merito alla situazione di circa ottomila ettari di uliveti salentini colpiti dal batterio. L'assessore Nardoni rende merito all'opera di convincimento dell'osservatorio fitosanitario

Bari - Nessun abbattimento degli ulivi colpiti dalla Xylella. È questa la decisione dell'Europa in merito all'emergenza che sta caratterizzando circa ottomila ettari di uliveti salentini, tra polemiche e discussioni su quanto sta accadendo nel comparto agricolo locale.

A Bruxelles, c'era fin ad oggi tutt’altra idea, ma i tecnici dell’Osservatorio fitosanitario regionale coordinati dal dottor Guario e il gruppo di coordinamento che ha lavorato sul campo, sono riusciti, come racconta l'assessore alle risorse agroalimentari, Fabrizio Nardoni, a scardinare una decisione che avrebbe potuto rappresentare "una vera e propria iattura" per il sistema agricolo pugliese. "È stata durissima - precisa l'assessore - ma abbiamo spuntato il miglior risultato possibile, segno di un lavoro svolto con tempestività, grazie alle risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione, su un emergenza sconosciuta e completamente inedita per il territorio europeo".

Non ci sarà, dunque, nessun abbattimento per le piante di ulivi nell’area ionico-salentina della provincia di Lecce. Arrivano buone notizie anche per quanto attiene ai vivai. "Le piante saggiate e in cui le analisi proveranno l’assenza della Xylella potranno essere liberalizzate – spiega Antonio Guario, dirigente dell’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia -  e possiamo dare già per certa la possibilità di commercializzazione di vite, agrumi e delle piante di ortaggi coltivati in serre con protezione anti insetti".

Le piante che potranno essere commercializzate sono contenute in un allegato alla decisione della Commissione Europea che attualmente consta di un elenco formato da circa una cinquantina di piante che i ricercatori messi in campo dalla Regione Puglia sono già stati in grado di individuare, e che potrà essere ulteriormente implementato grazie ad analisi successive. Tutte le decisioni assunte oggi a Bruxelles potranno essere riviste e aggiornate nell’aprile 2014.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Xylella. L'Europa contraria all'abbattimento degli ulivi colpiti

LeccePrima è in caricamento