Cronaca

Emissioni non autorizzate: nube bianca “guida” i carabinieri all’interno di un’azienda

Di colore biancastro, ha attirato l'attenzione dei militari in transito sulla strada che collega Novoli ad Arnesano. Sequestrate un'area di lavorazione dove era in corso attività di sabbiatura in mancanza anche dei sistemi di captazione e un tettoia

LECCE – E’ stata una nube biancastra estesa fino alla strada provinciale tra Novoli e Arnesano ad attirare l’attenzione dei carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce, diretto dal maggiore Nicola Candido, impegnati in un controllo sul corretto svolgimento della attività produttive.

I militari, entrati nell'azienda dalla quale proveniva la nube, hanno verificato l’assenza dell’autorizzazione provinciale alle emissioni in atmosfera, ma anche la mancata predisposizione dei sistemi di captazione che consentono di trattenere le formazioni gassose nella zona di lavorazione.

I carabinieri hanno quindi sottoposto a sequestro circa 300 metri quadrati di terreno: su quell’area infatti, al momento dell’intervento, erano in corso attività di sabbiatura da cui si stava sprigionando la nube. Al di fuori di quella zona, sigilli anche ad una tettoia di 200 metri quadrati, a 15 termosifoni sui quali si stavano svolgendo operazioni di sabbiatura e attrezzatura di vario tipo.

Il legale rappresentante dell’azienda è stato segnalato alla Procura della Repubblica per emissioni in atmosfera non autorizzate, ma le indagini sono in corso per verificare altri aspetti della vicenda. Approfondimenti saranno effettuati anche presso gli uffici tecnici del Comune di Lecce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emissioni non autorizzate: nube bianca “guida” i carabinieri all’interno di un’azienda

LeccePrima è in caricamento