Era ai domiciliari ma continuava l'attività di spaccio, finisce in carcere

L'uomo, durante un controllo di routine della polizia, è stato trovato in possesso di varie dosi di cocaina. Da qui il nuovo arresto

LECCE – Seppur confinato agli arresti domiciliari, avrebbe continuato imperterrito l’attività di spaccio. Alessandro Vaglio, 31enne di Galatina, è finito però nei controlli degli agenti del locale commissariato, che lo hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, durante il controllo dei poliziotti di una Volante presso la sua abitazione, per accertarne la presenza, foto 2-17-52ha attirato l’attenzione degli agenti, che hanno notato su un tavolo residui di cellophane che potevano essere stati utilizzati per confezionare dosi di droga. La successiva perquisizione domiciliare ha confermato il sospetto degli agenti, che hanno trovato un barattolo con 17 confezioni in cellophane di colore verde, contenenti circa 9 grammi di cocaina. Inoltre possedeva un bilancino elettronico di precisione; e un rotolo di nastro isolante di colore bianco uguale a quello utilizzato per chiudere le confezioni. Il materiale è stato sequestrato e l’uomo ristretto presso la casa circondariale di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento