rotate-mobile
Cronaca

Finti agenti immobiliari, uno dei mediatori dichiara guerra

Il titolare di un'agenzia ha segnalato il fenomeno alla Procura di Lecce, guardia di finanza, Regione Puglia e associazione dei consumatori

LECCE - La stagione estiva è ormai prossima nel Salento. Quella turistica, invece, è cominciata da un pezzo. Effetti collaterali inclusi, tra cui finti annunci per affitti di case inesistenti e truffe online. E' dal campo immobiliare che giungono le lamentele degli addetti ai lavori: “addetti” perché regolarmente iscritti all’albo provinciale degli agenti. E’ per questo motivo che un agente immobiliare dell’hinterland casaranese, stanco dell’esercizio della professione abusiva da parte di numerosi mediatori non autorizzati, ha presentato un esposto presso la Procura della Repubblica di Lecce.

Ha segnalato le diverse anomalie del fenomeno anche al comando provinciale della aguardia  di finanza di Lecce, alle associazioni dei consumatori tra cui Consob e Federconsumatori e, infine, persino alla Regione Puglia. La richiesta alle istituzioni, in pratica, è sintetizzabile così: vengano acquisite, al più presto, le banche dati dei clienti presenti sui portali specializzati nella compravendita e affitti online di appartamenti e case vacanza, per poter portare alla luce la natura non proprio legale di alcune mediazioni e le successive,  eventuali evasioni fiscali.

Il procuratore aggiunto di Lecce, Antonio De Donno ha però archiviato l’esposto, poiché non ha ravvisato elementi di natura penalistica, e ha invitato l’agente immobiliare a rivolgersi alla giustizia ordinaria civilistica. In quel modo, potrebbe invocare la concorrenza sleale, chiedendo che l'autorità giudiziaria indaghi sulle agenzie di mediazione non accreditate. L’attività di mediatore immobiliare è disciplinata dalla Legge numero 39 del 3 febbraio1989, che attribuisce competenze in merito a coloro che hanno superato un corso abilitativo presso la Camera di commercio del luogo, in questo caso quella del capoluogo salentino, e che operano con incompatibilità rispetto ad altri settori professionali. Chiunque eserciti la professione di agente senza essere abilitato è, dunque, perseguibile dalla legge.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti agenti immobiliari, uno dei mediatori dichiara guerra

LeccePrima è in caricamento