menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate bizzarra. Fulmini, acquazzoni e tromba d’aria. Uomo colpito da una scarica

Fortunale nel pomeriggio. Casarano, Melissano, Gallipoli, e le marine di Nardò i centri più colpiti. Allagamenti a Baia Verde, alberi caduti, black out e capannone scoperchiato sulla 274

LECCE – L’estate bizzarra fa registrare ancora una sequela di effetti del maltempo e di disagi, con fulmini, pioggia scrosciante e anche il passaggio di una tromba d’aria che ha squarciato il litorale salentino, e anche alcune zone dell’entroterra, nel pomeriggio di oggi. Sono bastati una ventina di minuti di piaggia abbondante e di acquazzoni che hanno interessato diverse zone del Basso Salento, da Alliste, Casarano e Melissano e risalendo verso Ugento, Gallipoli, (con la zona più colpita ancora una volta la Baia Verde alle prese con i rituali allagamenti e solcata anche in maniera goliardica con l’uso di canoe e salvaggenti), Porto Cesareo e le marine e frazioni di Nardò.

Proprio nelle cittadina neretina, così come nella frazione di Torremozza, la zona residenziale  subito dopo Posto di Blocco, intorno alle 16 il peggioramento delle condizioni metereologiche ha determinato anche un black out elettrico che è durato per diversi minuti. Stessa situazione anche nelle marine di Santa Maria al Bagno e Santa Caterina e soprattutto lungo le spiagge e le scogliere si è registrato un fuggi fuggi generale dei bagnanti con relativo intasamento della arterie stradali.

Le situazioni più rilevanti sono quelle registrate soprattutto nella zona del Casaranese, dove in città, ma anche a Matino, Alliste e Melissano si è abbattuta una tromba d’aria e sono concentrati i maggiori disagi ed è stato necessario l’intervento continuo dei vigili del fuoco a causa della caduta di alberi e altre situazioni di allagamenti e di pericolo segnalate su strade e piazze.

Video: gli effetti del maltempo

Tromba d'aria fà volare il tetto de le dimore sulla 274-2Provvidenziale l’intervento di una volante del commissariato di Gallipoli lungo la statale 274 Gallipoli-Leuca nella zona a ridosso del complesso “Le Dimore”. Gli agenti sono intervenuti dopo alcune segnalazioni e in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco, già impegnati in altri interventi, per liberare la carreggiata da alcuni detriti e ostacoli che potevano essere pericolosi per gli automobilisti in transito. Il passaggio breve, ma violento del fortunale, ha infatti scoperchiato alcune tettoie e alcuni arredi di abitazioni e di un capannone della zona.

Il maltempo ha colpito anche il centro e il litorale di Gallipoli con i soliti allagamenti, come detto, nella marina della Baia Verde, dove le strade in breve tempo sono state invase dall’acqua, ma anche nel centro cittadino. Nel tratto terminale del Corso Roma nei pressi del ponte che porta nella città vecchia e della rotatoria di piazza Moro, la pressione dell’acqua ha fatto saltare un tombino della fognatura e questo è sto anche all’origine di un piccolo incidente nel quale è rimasto coinvolto un ape calessino rimasto incastrato nell’apertura della rete fognante.

Gli effetti del maltempo nel tardo pomeriggio di sono spostati anche a nord del litorale ionico nella zona di Punta Prosciutto. Proprio qui un giovane turista campano di 24 anni è stato soccorso da un ambulanza del 118 perché colpito da una scarica elettrica nei pressi di un palo dell’illuminazione sul quale pare si sia abbattuto un fulmine. E' stato trasportato presso l'ospedale di Manduria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento