menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate, iniziano i controlli: spaccio in discoteca e patenti ritirate in strada

Un arresto dei carabinieri a Santa Cesarea e decine fra sanzioni e denunce della polstrada anche per guida in stato d'ebbrezza

SANTA CESAREA TERME – L’estate è iniziata, la “movida” sulle riviere anche e carabinieri e polizia si stanno avviando a intensificare i controlli sulle riviere. Strade più pattugliate, ma anche discoteche più controllate, dentro e fuori. Come avvenuto a Santa Cesarea Terme, dove i carabinieri della stazione di Martano, dipendenti dalla compagnia di Maglie, durante un servizio mirato presso diversi locali pubblici, hanno arrestato in flagranza del reato Aurora Tomasi, 24enne di Squinzano.

Notata in movimenti sospetti dai militari nel Guendalina, uno dei templi del divertimento estivo, fermata e perquisita, aveva due involucri contenenti ketamina (0,6 grammi) e una dose di Mdma (0,5 grammi). Addosso custodiva anche 345 euro. I soldi, ritenuti provento di spaccio, sono stati sequestrati con le sostanze ritrovate. E’ stata sottoposta agli arresti domiciliari.

Durante lo stesso servizio, è stata segnalata alla prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, un 24enne di Latiano, trovato con 1 grammo e mezzo di hashish.

Stangata per molti sulle strade

Nello stesso week-end, gli agenti della sezione di polizia stradale di Lecce e del distaccamento di Maglie, nell’ambito della campagna nazionale disposta dal ministero dell’Interno, hanno intensificato l’attività di controllo stradale in città per il contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica e ridurre gli incidenti. L’accertamento è avvenuto con precursori ed etilometri.

Ben 107 conducenti sono stati sottoposti al test di screening per l’assunzione di alcool, di cui  sei sono risultati positivi e per cinque si è proceduto al ritiro della patente di guida.

Due dei positivi sono stati anche denunciati per aver riportato un tasso alcolemico superiore a 0,80 grammi per litro.

Inoltre, sono stati decurtati 63 punti e sono state contestate diciannove violazioni al codice della strada. Tre per inefficienza dei dispositivi di equipaggiamento, quattro per mancanza della revisione periodica, sette per mancanza dei documenti al seguito, due per guida con patente scaduta, una per superamento dei limiti di velocità accertata a carico di un conducente di un mezzo pesante e due per veicoli sprovvisti di copertura assicurativa, per i quali si è proceduto anche al sequestro amministrativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento