Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Evade per rubare gasolio, 44enne bloccato da un autotrasportatore

Cosimo Francesco Delli Noci, 44enne, di Trepuzzi, bloccato all'alba in una ditta della zona industriale, al "lavoro" per travasare carburante. Era stato già arrestato il 30 aprile, dopo essersi introdotto in un condominio leccese

Foto di repertorio.

 

LECCE – Cosimo Francesco Delli Noci, 44enne, di Trepuzzi, sta collezionando un arresto dietro l’altro. E questa volta, per lui si sono aperte le porte del carcere. Non è valso a molto il beneficio accordatogli di trascorrere un periodo ai domiciliari, dopo essere stato colto con le mani nel sacco in un condominio di Lecce. Arrestato e processato per direttissima, aveva patteggiato due anni.

L’uomo, all’alba di oggi, ci ha riprovato. Ma è stato sorpreso nel vivo del furto. Intorno alle 5 del mattino, quando sapeva che difficilmente qualcuno avrebbe controllato se fosse in casa, ha chiuso la porta alle sue spalle, ed è andato al “lavoro”. Scegliendo un’azienda in periferia, per fare incetta di un bene, di questi tempi, particolarmente prezioso: il gasolio.

Sono 75 i litri che avrebbe travasato, usando una pompa, se non fosse stato chiaramente visto da un autotrasportatore. Delli Noci non aveva calcolato che l’orario scelto per introdursi nel recinto della ditta, nella zona industriale, fra Lecce e Surbo, e tentare il travaso del liquido, coincideva con quello dell’avvio delle attività dei trasportatori.

Delle Noci Cosimo Francesco (1)-2Infatti, uno di loro, arrivato per mettersi alla guida di un autotreno, l’ha notato mentre, chino, era intento a pompare il carburante in diverse taniche. Così, senza pensarci due volte, l’ha bloccato ed ha chiamato i carabinieri. I militari, arrivati in pochi minuti, l’hanno ammanettato, dichiarandolo in arresto. E questa volta, la casa nella quale è stato destinato, è quella circondariale di Borgo San Nicola.

Come detto, Delli Noci era finito nei guai proprio di recente. Nel primo pomeriggio del 30 aprile era stato bloccato dal tenente colonnello Giuseppe Carrozzo, vicecomandante provinciale della guardia di finanza, nel condominio in cui abita, in viale della Libertà, dopo che la sua presenza a dir poco furtiva era stata segnalata da due anziane sorelle, in un appartamento. Sul posto, si erano fiondate pattuglie della polizia e delle “fiamme gialle”. Contestatigli i reati di violazione di domicilio e ricettazione (nel suo scooter, gli agenti avevano trovato della refurtiva), due giorni dopo era anche stato processato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade per rubare gasolio, 44enne bloccato da un autotrasportatore

LeccePrima è in caricamento