Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Evade di continuo, in cella 24enne che diede fuoco alla compagna davanti ai figlioletti

Un 24enne domiciliato a Tuglie, ristretto ai domiciliari dopo l’aggressione di una coetanea, è stato accompagnato in carcere

I carabinieri della stazione di Sannicola

TUGLIE- Nonostante il privilegio degli arresti domiciliari, è evaso di continuo. Quando, nella giornata di ieri, i carabinieri della stazione di Sannicola non lo hanno trovato in casa, per l’ennesima volta, è scattato l’aggravamento della misura. Finisce in cella Alexandru Edec Ionut, un 24enne di nazionalità romena e domiciliato a Tuglie, noto sia per alcuni reati contro il patrimonio, ma soprattutto per una triste vicenda che risale all’estate scorsa.

I primi giorni di luglio, infatti, una coetanea, la sua compagna, finì nel reparto Grandi ustionati dell’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi, per diverse bruciature sul corpo. La vicenda passò inizialmente per un incidente domestico, ma la versione non fu presa in considerazione dagli inquirenti. In un secondo momento, infatti, emerse tutt'altro: la vittima, infatti, in preda a uno stato di sudditanza psicologica, aveva protetto il suo partner. Più per paura, che per amore. edec-2-2-2

Le violenze, secondo quanto ricostuito dagli investigatori, erano fisiche, ma anche di natura psicologica, e sarebbero andate avanti per parecchio tempo. Fino al giorno del raptus: quello in cui il 24enne ha cosparso di liquido infiammabile la ragazza, per poi appiccare il fuoco. Il tutto davanti agli occhi innocenti e terrorizzati dei due figlioetti della coppia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade di continuo, in cella 24enne che diede fuoco alla compagna davanti ai figlioletti

LeccePrima è in caricamento