Ex carabiniere finisce a processo per detenzione di materiale pedopornografico

Nuovi guai giudiziari per Dino Maglio, 36enne di Surbo, già condannato per violenza sessuale. Risponde anche di evasione dai domiciliari

LECCE - Nuovi guai giudiziari per Dino Maglio, 36enne ex carabiniere originario di Surbo, già condannato in abbreviato a sei anni e mezzo di reclusione dal giudice del Tribunale di Padova, Mariella Fino, e coinvolto in un'altra inchiesta per presunte violenze ai danni di alcune turiste ospitate nella sua abitazione. Il gup del Tribunale di Lecce, Michele Toriello, lo ha rinviato a giudizio per evasione e detenzione di materiale pedopornografico aggravato dall'ingente quantità. Il processo si aprirà il 4 ottobre dinanzi ai giudici della prima sezione penale. Maglio è assistito dagli avvocati Ivan Feola ed Edda De Iaso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dare origine a questa nuova inchiesta le ripetute violazioni dell'ordinanza applicativa di arresti domiciliari presso la sua abitazione di Surbo emessa dal Tribunale del Riesame di Venezia nel maggio 2015. Maglio si è ripetutamente allontanato dalla sua abitazione tra dicembre 2015 e giugno 2016, avendo inoltre contatti con altre persone. Per questo nel giugno 2016 i carabinieri avevano contestato al 36enne il reato di evasione. Nel corso della perquisizione presso la sua abitazione, i militari avevano trovato del materiale pedopornografico custodito all’interno di due personal computer. Da lì le nuove accuse che hanno portato al rinvio a giudizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento