Cronaca

Fallimento e bancarotta fraudolenta, eseguita la condanna per un imprenditore

Rocco Antonio Chetta, storico imprenditore vinicolo, dovrà scontare 5 anni e mezzo. E' stato trasferito nel reparto del "Fazzi"

LECCE – Nuovi guai per Rocco Antonio Chetta, imprenditore 64enne originario di Lequile, al centro negli ultimi anni di numerose inchieste giudiziarie. I carabinieri di San Pietro in Lama hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Milano, per una condanna definitiva per fallimento e bancarotta fraudolenta. Chetta dovrà scontare cinque anni e mezzo di reclusione, più l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Dopo le formalità rito, viste le sue condizioni di salute, è stato condotto presso il reparto speciale dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

Diventa definitiva, dopo il rigetto del ricorso in Cassazione, la condanna a Fernando Antonio Vizzino, 35enne di Nociglia, processato nell’ambito dell'operazione “Tabula rasa”, eseguita nel febbraio 2011 dai carabinieri della compagnia di Tricase. Quattro anni e quattro mesi la pana residua per associazione a delinquere, ricettazione e concorso in furto aggravato. I reati contestati si riferiscono al periodo tra giugno e novembre del 2010 in vari comuni in provincia di Lecce. Per lui si sono aperte le porte della casa circondariale di Lecce.

I carabinieri del capoluogo salentino hanno eseguito un mandato di arresto europeo emesso dalla Romania per Florin Cezar Sandu, 31enne senza fissa dimora, accusato di abbattimento e furto di alberi. Nel Salento era attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per reati analoghi.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento e bancarotta fraudolenta, eseguita la condanna per un imprenditore

LeccePrima è in caricamento