Cronaca

Falso e truffa per ottenere i rimborsi, l'ex assessore finisce a processo

Secondo l'ipotesi accusatoria avrebbe falsamente attestato la partecipazione a riunioni di Giunta o di coordinamento dell’Ambito

LECCE – L’ex assessore al Comune di Campi Salentina (dimissionario a settembre scorso), Angelo Sirsi, 58 anni, è stato rinviato a giudizio dal gup Giovanni Gallo per i reati di truffa e falso. Il processo si aprirà il 6 giugno prossimo.

Secondo quanto ipotizzato dalla Procura di Lecce nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Maria Vallefuoco, Sirsi in qualità di assessore comunale e presidente dell’Ambito territoriale di Campi Salentina, avrebbe falsamente attestato la partecipazione a riunioni di Giunta o di coordinamento dell’Ambito. Riunioni poi risultate inesistenti o che si sarebbero realmente tenute ma senza la partecipazione del 58enne. Il Comune di Campi avrebbe così indebitamente rimborsato somme di denaro al datore di lavoro dell’imputato: la Banca Findomestic.

In particolare, relativamente all’anno 2013, sarebbero state accreditate illecitamente 151,5 ore, per circa 3mila e 320 euro, relative alle riunioni dell’Ambito (poi risultate inesistenti) e 26,5 ore, per circa 580 euro, per le riunioni di Giunta. Per l’anno 2014 39,5 ore, per circa 865 euro, relative alle riunioni dell’Ambito (poi risultate inesistenti) e 18,5 ore, per circa 416 euro, per le riunioni di Giunta.

Sirsi è assistito dagli avvocati Federico Massa e Michele Palazzo. Le parti offese, tra cui l’amministratore delegato di Findomestic Banca spa, dagli avvocati Raffaele Benfatto e Pasquale De Luca (del Foro di Firenze).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falso e truffa per ottenere i rimborsi, l'ex assessore finisce a processo

LeccePrima è in caricamento