Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Rapinarono ditta di noleggio videogame di 8mila euro. Incastrati dopo un anno

Era il 28 gennaio del 2013. La vittima, un galatinese dipendente dell'azienda salentina. Aveva raccolto i soldi dai locali commerciali di Fasano. Era fermo a mangiare un panino, quando in tre si fecereo avanti. Uno fu arrestato la sera stessa, i complici incastrati a distanza di tempo

FASANO – Il primo, Giovanni Giuliani, 27enne di Polignano a Mare, era finito in manette il giorno stesso della rapina. Sui complici si erano già addensati i sospetti e ora, dopo una serie di indagini, sono finiti a loro volta nei guai.  Filomeno Agosto, 23enne e Gionatan Manchisi, 32enne, entrambi di Fasano, devono rispondere di rapina aggravata in concorso ai danni del dipendente di una ditta di noleggio di videogiochi di Galatina.

I fatti sono avvenuti a Fasano il 28 gennaio dello scorso anno. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale non hanno mai smesso di credere di poter fare bottino pieno, dopo aver incastrato Giuliani la sera stessa. E a distanza di quasi un anno esatto, gli sforzi investigativi sono stati ripagati. Oggi, dunque, è scattata l'ordinanza della misura cautelare emessa dal gip del tribunale di Brindisi.

Stando alle indagini dei militari, i due fasanesi e il polignanese, quel giorno aggredirono malcapitato galatinese, in trasferta di lavoro. Il suo furgone era fermo in via Roma e stava facendo pausa pranzo, mangiando un panino, quando in tre sbucarono armati, sottraendogli gli l'incasso.

Gionatan Manchisi-2L’uomo aveva con sé ben 8mila euro, soldi prelevati nel corso dell’intera mattinata, nel consueto giro degli esercizi commerciali che hanno installato gli apparecchi elettronici della ditta salentina. Nell’indagine, i carabinieri si sono avvalsi anche delle videocamere di sorveglianza di alcune attività. Giuliani fu arrestato subito, a Polignano, ma per gli altri due, all’inizio, vi erano solo sospetti.

Ora, invece, ricostruita l’intera vicenda, si è potuto di individuare in Manchisi il ruolo di regista della rapina e in Agosto l’altro componente che agì quel giorno. Quest’ultimo è stato condotto ai domiciliari. Manchisi è invece stato raggiunto dall’ordinanza direttamente nel carcere di Brindisi, dov’era già recluso per altri fatti di cronaca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinarono ditta di noleggio videogame di 8mila euro. Incastrati dopo un anno

LeccePrima è in caricamento