Fatture per operazioni inesistenti per quasi 2 milioni

La finanza ha segnalato il titolare dell'Agm Industrie, un'azienda di produzione di apparecchi per la misurazione elettronica, per finanziamenti ottenuti illecitamente tramite Pon, Pia e Legge 488

Immagine_002-5
LECCE -Ammonta esattamente ad 1 milione e 750 mila euro la somma che l'Agm Industrie, una società specializzata nella fabbricazione di apparecchi per la misurazione elettronica avrebbe percepito in modo indebito utilizzando finanziamenti Pon 2000-2006, Pia 2006 e legge 488/92. La segnalazione alla Corte dei conti di Bari è stata effettuata dalla sezione tutela spesa pubblica del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Lecce, che conta in questo modo di coprire uno dei tanti buchi venutisi a creare nelle casse dello Stato, aggredendo il patrimonio dell'azienda per riparare il danno erariale.

Da considerare che la finanza sta adottando sempre di più il sistema della segnalazione amministrativa alla Corte dei conti - che procede in modo parallelo rispetto all'inchiesta penale, già in corso -per avere la quasi certezza di recuperare i fondi. Il rischio implicito, considerando la lunghezza di alcuni processi, è che i reati possano andare in prescrizione. L'azienda, secondo indagini delle "fiamme gialle" leccesi, avrebbe agito mediante il solito escamotage dell'emissione di fatture per operazioni in tutto o in parte inesistenti emesse da parte di altre società compiacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Due erano le persone in origine indagate, padre e figlio, rispettivamente di 53 e 29 anni, il primo in qualità di presidente del cda, il secondo amministratore unico (per quest'ultimo, però, la posizione è stata stralciata). Nella zona di Martignano esiste ancora lo scheletro di un fabbricato, mai ultimato, che sarebbe dovuto servire anche e soprattutto per una formazione adeguata del personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento