rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Favori & Giustizia, confermata la condanna all’ex pm per due delle principali accuse

La Corte di Cassazione si è pronunciata su Emilio Arnesano: irrevocabile la pena comminata per i favori elargiti ai medici. Processo da rifare per altre cinque contestazioni

POTENZA/LECCE - Diventa definitiva la sentenza di condanna limitatamente a due principali capi d’accusa contestati all’ex pm Emilio Arnesano, quelli relativi ai favori giudiziari che da magistrato, in servizio alla Procura di Lecce, avrebbe elargito a due facoltosi medici della Asl, Giorgio Trianni e Ottavio Narracci, colleghi dell’amico Carlo Siciliano, con il quale il pm si sentiva in obbligo perché gli aveva venduto (nel 2014) una barca a un prezzo vantaggioso.
Starà ora alla Procura generale di Potenza quantificare la pena e valutare se sussistano le condizioni per la sua immediata esecuzione. 
In caso affermativo, il magistrato dovrà prepararsi all’arresto.
Quanto ad altre cinque contestazioni, invece, la Corte Suprema ha disposto l’annullamento del verdetto emesso il 28 ottobre del 2022 (gli anni complessivamente inflitti, tenuto conto anche delle due vicende sopra menzionate, furono dieci) e la celebrazione di un nuovo processo davanti alla Corte d’Appello di Salerno. 
Al banco degli imputati tornerà anche l’avvocatessa Emanuela Carbone che, rispondeva di uno di questi capi d’accusa, e per il quale in primo e secondo grado fu riconosciuta la sua colpevolezza, rimediando un anno e quattro mesi (col beneficio della pena sospesa). 
Si tratta della donna per la quale Arnesano si sarebbe speso, facendo pressioni sul Consiglio di disciplina dell’Ordine degli avvocati che avrebbe dovuto valutarla, in cambio della promessa di favori sessuali.
Tra gli altri episodi che torneranno al vaglio dei giudici, ci sono tre presunte rivelazioni di segreti d’ufficio da parte dell’ex pm sia a Carbone che a una commercialista, e accordi pattuiti in tre procedimenti con un’altra avvocatessa del Foro di Lecce (che chiuse il suo conto con la giustizia patteggiando la pena) in cambio di reiterate prestazioni sessuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favori & Giustizia, confermata la condanna all’ex pm per due delle principali accuse

LeccePrima è in caricamento