rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

“Favori&Giustizia”, entrano nel processo nuove prove sul pm Arnesano

Accolta le richieste del sostituto Piccininni, anche quelle che riguardano intercettazioni e verifiche sui tabulati telefonici. Attesa per il 24 aprile la requisitoria

POTENZA - Nuove prove entrano nel processo sui presunti scambi illeciti di favori tra il pubblico ministero Emilio Arnesano, medici e avvocati salentini. Lo ha deciso in mattinata il collegio giudicante del tribunale di Potenza, presieduto dal giudice Federico Sergi, accogliendo così la richiesta formulata, nella scorsa udienza, dal sostituto procuratore Anna Piccininni, anche riguardo la trascrizione delle intercettazioni sulla vicenda che interessa il pm e il primario di Ortopedia Giuseppe Rollo (tra gli imputati). Queste ultime saranno depositate nella prossima udienza, fissata per il 27 marzo.

E’ stata acquisita, inoltre, la verifica sui tabulati telefonici svolta dalla polizia giudiziaria in merito alle dichiarazioni di due testimoni sui rapporti tra l’avvocatessa Emanuela Carbone e Arnesano, e la nota prodotta dalla Procura di Lecce sulle presenze del magistrato Angela Rotondano che, ascoltata nel processo, dichiarò di non aver rilevato anomalie nel comportamento avuto dall’ex collega.

La requisitoria del sostituto Piccininni è attesa per il 24 aprile, poi la parola passera agli avvocati difensori: Luigi Covella e Luigi Corvaglia per Arnesano; Amilcare Tana e Nicola Buccico per Carlo Siciliano, direttore del dipartimento di medicina del lavoro e di igiene ambientale della Asl; Renata Minafra e Ladislao Massari per Rollo; Gianni De Pascalis e Cesare Placanica per Ottavio Narracci, ex direttore della Asl di Lecce; Ladislao Massari e Renata Minafra, per Rollo; Alberto e Arcangelo Corvaglia per Federica Nestola; Gabriele Valentini e Ladislao Massari per l’avvocato Mario Ciardo; Aldo Morlino e Carlo Panzuti per Augusto Conte; Antonio Savoia per Carbone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Favori&Giustizia”, entrano nel processo nuove prove sul pm Arnesano

LeccePrima è in caricamento