Cronaca

Sfascia l'auto dei carabinieri, bloccato con lo spray al peperoncino

A Felline intervento complicato di 118 e carabinieri. Ambulanza presa a cazzotti, vetri della gazzella sfondati. Con molta difficoltà è stato bloccato un 40enne che era fuori di sé e imbottito di sostanze d'ogni tipo

FELLINE – Doveva essere un intervento risolutivo per calmare un soggetto che stava dando in escandescenza da ore dentro casa e che era ormai irrefrenabile. Si è trasformata quasi in una battaglia. Cazzotti sferrati su un’ambulanza, poi gomitate contro i vetri di una delle vetture di pattuglia dei carabinieri. Tale la violenza, da incrinare il parabrezza e sfondare un cristallo laterale. Il tutto, in uno scenario surreale, fra diversi residenti scesi in strada, almeno una ventina – molti i parenti dell’uomo – e militari che diventavano sempre più numerosi, nel tentativo di fermare Lucio Giannuzzi, 40enne, di Felline.

Imbottito di varie sostanze, stupefacenti e alcoliche, diversi precedenti alle spalle, il 40enne, oggi, ha avuto un alterco fra le pareti domestiche. Nessuno era in grado di calmarlo, sembrava una furia scatenata. E dopo aver fatto sfaceli fra le pareti domestiche, l’unica strada da percorrere, devono aver pensato i familiari, era quella di richiedere supporto. Ed ecco arrivare un’ambulanza del 118. Ed ecco anche i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Casarano.

ARRESTO FELLINE 1-2Ma, come a volte avviene, invece di tranquillizzarsi davanti ai camici degli operatori giunti per sedarlo e ai militari in supporto, la situazione s’è fatta incandescente. A dir poco. Il 40enne non voleva saperne di farsi soccorrere e, anzi, ha iniziato a a minacciare i presenti, brandendo oggetti di ogni tipo e lanciarndoli contro, corredando il tutto con sputi e insulti.

Fermarlo sembrava quasi impossibile, tanto che è stato richiesto il supporto di altri militari. Nella frazione di Alliste sono arrivate così diverse altre vetture da stazioni del comprensorio. Ma nel frattempo, il 40enne aveva già provocato danni seri, specie alla vettura dell’Arma, fra una sequela di urla e improperi tutto intorno.

Per bloccarlo, è stato necessario usare lo spray al peperoncino. E’ stato impossibile agire altrimenti. E solo in questo modo, si è potuta mettere la parola fine alla storia. Violenza, resistenza, lesioni, danneggiamento dell’auto, sono i reati contestati e per i quali è scattato, inevitabilmente, l’arresto. E' stato condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfascia l'auto dei carabinieri, bloccato con lo spray al peperoncino

LeccePrima è in caricamento