menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della cerimonia nel cimitero (foto da Riminitoday)

Un momento della cerimonia nel cimitero (foto da Riminitoday)

Femminicidio di Specchia, oggi i funerali della 29enne uccisa dall’ex fidanzato

L’ultimo saluto nel piccolo cimitero di San Martino Montelabbate con la sepoltura delle ceneri. Il parroco: "Affidiamo Sonia alle mani di Gesù, mani più misericordiose delle nostre"

MINERVINO - Si è svolta questa mattina nel piccolo cimitero di San Martino Montelabbate, la cerimonia di sepoltura delle ceneri di Sonia Di Maggio la ragazza 29enne riminese uccisa a coltellate dall'ex fidanzato nel tardo pomeriggio del 1° febbraio scorso per le vie di Specchia Gallone, la frazione di Minervino di Lecce.

Una cerimonia straziante e intima, secondo il puntuale resoconto di RiminiToday, alla quale hanno preso parte una quarantina di persone tra famigliari e amici della ragazza, con il padre della giovane che ha voluto collocare personalmente l'urna nel loculo del camposanto.

“Quella di Sonia è stata una fine tragica che ci angoscia" ha spiegato don Tarcisio Tamburini, prima dell'inumazione. “Sappiamo quanto dolore ha suscitato questa terribile vicenda” ha proseguito il parroco, “ma di Sonia voglia ricordare le cose belle e l'affidiamo alle mani di Gesù, mani più misericordiose delle nostre". 

E' stato poi il padre della 29enne che, in un ultimo abbraccio alla figlia, ha raccolto l'urna con le ceneri per poi deporla piangendo nella sua ultima dimora proferendo solamente le frasi accorate: "Sei il mio amore, sei il mio amore".

Un coltello da sub, un giubbotto e altri indumenti, ancora pieni di tacce di sangue. Questi gli oggetti, ora in mano agli investigatori, legati all’assassinio di Sonia che la sera del 1° febbraio scorso ha trovato la morte a Specchia Gallone dove da circa un mese conviveva con un coetaneo del posto. Gli oggetti sono quelli ritrovati dagli agenti di polizia del commissariato di Otranto che conducono le indagini che hanno portato all’arresto di Salvatore Carfora, il 39enne di Torre Annunziata, ex fidanzato della vittima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento