Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Ferì gravemente il medico, 74enne condannato a 9 anni

Tentato omicidio, 9 anni e un mese di reclusione: questa la condanna del Tribunale di Lecce per Donato Ruggiero, l'anziano che nel maggio scorso colpì con un cacciavite il chirurgo Giampiero Esposito

tribunale_lecce-19

Con l'accusa di tentato omicidio, i giudici del Tribunale di Lecce hanno condannato a 9 anni ed un mese di reclusione, Donato Ruggiero, di 74 anni, autore del ferimento del cardiochirurgo Giampiero Esposito. Il presidente della seconda sezione penale, Pietro Baffa, ha disposto anche il sequestro dei beni dell'imputato in funzione di una richiesta risarcitoria di 500 mila euro presentata dalla parte offesa. I giudici, comunque, hanno chiesto una provvisionale pari a 15 mila euro. Il pm, Patrizia Ciccarese, aveva chiesto 14 anni di carcere.


I fatti per i quali si è svolto il processo oggi si svolsero nello scorso mese di maggio quando il settantaquattrenne Ruggiero, di San Pietro Vernotico, ferì gravemente il medico ritenendolo responsabile della morte di sua moglie operata dallo specialista nella clinica privata "Città di Lecce" (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=1816). Il pensionato colpì il cardiochirurgo con un cacciavite alla testa lasciandolo in fin di vita all'ingresso della clinica. Dopo pochi giorni la prognosi fu prosciolta senza esiti per la salute del dottore. L'autopsia eseguita in seguito sul corpo della moglie dell'aggressore, Maria Ligorio, di 75 anni, deceduta dopo 50 giorni di terapia intensiva, stabilì la riuscita dell'intervento al cuore effettuato dal professore Esposito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferì gravemente il medico, 74enne condannato a 9 anni

LeccePrima è in caricamento