Cronaca Rudiae / Viale Giuseppe Grassi

Fermata per una lite, chiama i carabinieri: “Poliziotti sono mafiosi”. Denunciata

Una 44enne colombiana, alle prese con un’accesa discussione con un condomino, nella notte, è finita nei guai per oltraggio e resistenza

Foto di repertorio

LECCE – La polizia interviene per placare gli animi, ma denuncia una cittadina per oltraggio e calunnia. E’ accaduto alle 2 della notte, in viale Grassi, dove è scoppiato un diverbio tra vicini di casa. Sono stati altri residenti della zona ad allertare il personale della questura, notando un ragazzo al terzo piano e una donna al piano terra che discutevano in maniera violenta. Con non poca difficoltà, gli agenti  sono riusciti pian piano a calmare i due. La donna, una cittadina colombiana 44enne, a suo dire, di professione massaggiatrice, aveva litigato per motivi legati a lamentele da parte del coinquilino per delle azioni di disturbo.  Il ragazzo l’avrebbe minacciata di morte con frasi che sarebbero state registrate dalla 44enne  con il cellulare.

Ma alla richiesta di ascoltare quelle registrazioni, la donna si sarebbe rifiutata, dicendo che avrebbe consegnato tutto al proprio legale.  Durante l’intervento, la donna avrebbe assunto un atteggiamento di sfida, a detta dei poliziotti. Parlando al telefono con una sua amica, inoltre, le  avrebbe riferito, usando un linguaggio appositamente offensivo e ad alta voce, che gli operatori non stavano facendo nulla perché “mafiosi e corrotti”. Avrebbe inoltre sottolineato di aver registrato tutto per consegnarlo ad un legale.

Prima che la situazione degenerasse, la donna è stata  a rientrare in casa. A quel punto, la straniera, dicendo di non fidarsi della polizia ha finto di comporre il 112 e di parlare con i carabinieri. Sempre alzando la voce, avrebbe raccontato che, in quel momento, uno degli agenti la stava buttando giù dalle scale e che le avrebbe messo le mani addosso. Gli agenti hanno denunciato la donna con l’accusa di oltraggio e calunnia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermata per una lite, chiama i carabinieri: “Poliziotti sono mafiosi”. Denunciata

LeccePrima è in caricamento