Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Stadio / Viale Aldo Moro

Fermati i tre "topi di formaggi": facevano razzia nei discount del capoluogo

In tre, fra cui un minore, venivano da Bari ogni giovedì per trovare un parente detenuto. Poi, all'Eurospin per fare le "spese"

LECCE – Ogni giovedì si presentavano a Lecce, provenienti da Bari, per trovare un parente detenuto presso il carcere di Borgo San Nicola. Poi, dopo il colloquio, tutti a fare la spesa presso discount del capoluogo salentino. Spesa, per modo di dire, sua chiaro. Perché a fronte di qualche piccolo acquisto, il grosso, e principalmente formaggi, faceva rigorosamente ampi giri per non passare dalle casse.

Finiva accatastato all’esterno, nascosto in qualche punto, per essere recuperato e poi trasportato in auto a Bari. Dove, probabilmente, sarà stato rivenduto su mercati paralleli. Un vero affare, che sembra andasse avanti da tempo e che potrebbe aver fruttato incassi di un certo rilievo.

A fermare ieri pomeriggio un uomo e una donna sulla quarantina e un ragazzo di 16 anni, sono stati gli agenti di polizia del Reparto prevenzione crimine e dei “Nibbio” della sezione volanti, i poliziotti in moto. Zio e matrigna del ragazzo sarebbero stati gli artefici principali, il giovane avrebbe avuto invece il compito di recuperare i formaggi all’esterno, da caricare in auto. Ieri è stato il personale di vigilanza dell’Eurospin di viale Aldo Moro a notare i movimenti sospetti. Entrate e uscite, entrate e uscite. E così, hanno chiamato la polizia quando si sono resi conto di quanto stava avvenendo.

All’arrivo degli agenti e compreso il meccanismo (sarebbero di lì a poco passati dalla cassa a comprare qualcosa, giusto per non destare troppi sospetti), i tre sono stati condotti in questura. Gli adulti, sono finiti in arresto. Il ragazzo, denunciato a piede libero e riaffidato alla nonna. Il furto in flagranza, in concorso, avallato anche dalle riprese delle videocamere, ha permesso di inchiodare i “topi di formaggio” per quest'episodio. Ma, come detto, sembra che i casi siano davvero di più e che riguardino anche altri discount della catena Eurospin, fra cui quello nei pressi dell’ospedale “Vito Fazzi”. Insomma, le indagini vanno avanti anche e soprattutto con i riscontri dei filmati.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermati i tre "topi di formaggi": facevano razzia nei discount del capoluogo

LeccePrima è in caricamento