Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Fermato a bordo di uno scooter: nel bauletto mezzo chilo di cocaina

Arrestato dalla squadra mobile a Lecce il 26enne già condannato in passato per assalti al cantiere Tav di Chiomonte del 2013

Foto di repertorio.

LECCE – Questa volta è finito in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti. Graziano Mazzarelli, 26enne di Lecce, è stato fermato dalla squadra mobile di Lecce con oltre mezzo chilo di cocaina. E per lui si sono aperte le porte del carcere di Borgo San Nicola.

Il giovane è stato fermato alla periferia del capoluogo, in via Adriatica. Era alla guida del suo scooter Kimco. Gli investigatori, evidentemente, dovevano tenerlo d’occhio da diverso tempo. E hanno deciso di fermarlo. Dimostratosi nervoso e irrequieto al momento della perquisizione, durante un controllo nel ciclomotore, gli agenti hanno trovato nel bauletto cocaina per 520 grammi lordi. A suo carico è stata anche sequestrata una somma di 560 euro, ritenuta possibile provento di spaccio.

Mazzarelli è uno dei giovani condannati nel 2015 a due anni e dieci mesi, con pena sospesa, per l’assalto al cantiere di Chiomonte da parte di attivisti No Tav avvenuto la notte tra il 13 e il 14 maggio del 2013. Le indagini furono portate avanti dalla Digos. Per le stesse vicenda la Procura torinese aveva invocato una condanna più severa, contestando le finalità di terrorismo, non riconosciute in Cassazione. Mazzarelli è difeso dall'avvocato Francesco Calabro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato a bordo di uno scooter: nel bauletto mezzo chilo di cocaina

LeccePrima è in caricamento