Cronaca

Fermato con la cocaina nascosta nei jeans, dopo la condanna torna libero

Fu arrestato con il sospetto di essere uno dei giovani pusher della movida gallipolina. Per lui due anni con pena sospesa

LECCE – Fu arrestato con il sospetto di essere uno dei giovanissimi pusher della movida gallipolina. Domenico Scala, 19enne di Gallipoli, fu bloccato con dosi di cocaina e soldi: quasi 2mila euro. Alcuni poliziotti, impegnati in un servizio antidroga lo notarono in una via parallela al lungomare, era a bordo di una Smart. Poco dopo, avrebbe consegnò “qualcosa”, cercando di celarlo il più possibile. Addosso, il 19enne aveva mille e 930 euro in banconote di vario taglio. Una bella sommetta, custodita nella tasca destra dei pantaloni. Nella parte interna dei jeans, all’altezza dello stinco, c’erano invece nove dosi di cocaina, per 5,5 grammi. Già rinchiuse in bustine di cellophane di colore bianco, saldate con la fiamma di un accendino.

Per il 19enne, assistito dall’avvocato Stefano Stefanelli, è arrivata la condanna a due anni di reclusione e 3mila euro di multa, oltre al pagamento delle spese processuali. Il gup gli ha concesso i benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato con la cocaina nascosta nei jeans, dopo la condanna torna libero

LeccePrima è in caricamento