Cronaca

Fermato con sette dosi di cocaina confessa: "Volevo acquistare un'autovettura"

Ha lasciato il carcere Altin Muka, l’albanese di 22 anni fermato nella tarda serata di sabato dai carabinieri della stazione di Taviano, nel corso di un controllo antidroga. Al gip l’albanese, che lavora come badante, ha ammesso di aver acquistato la cocaina per rivenderla e poter poi acquistare un’autovettura

LECCE – Ha lasciato il carcere Altin Muka, l’albanese di 22 anni fermato nella tarda serata di sabato dai carabinieri della stazione di Taviano, nel corso di un controllo antidroga. Nei pressi della complanare della strada statale 274, adiacente alla via provinciale per Alezio, i militari hanno bloccato una Bmw condotta dal 22enne (e intestata alla madre) che, invano, avrebbe cercato di far sparire della droga. In particolare il 22enne, assistito dall'avvocato Stefano Stefanelli, aveva cercato di disfarsi di sette involucri di cocaina, per 6 grammi in tutto. La perquisizione seguente ha permesso di rinvenire anche 800 euro circa in banconote di piccolo taglio, ritenuto guadagno dello spaccio.

Al gip Michele Toriello l’albanese, che lavora come badante, ha ammesso di aver acquistato la cocaina per rivenderla per poi acquistare un’autovettura, specificando che il denaro sequestrato è frutto del suo lavoro. Non avendo un conto corrente, aveva con sé il denaro che il datore di lavoro gli aveva dato in contanti.

Il gip, in virtù della confessione e della modesta quantità di droga sequestrata, ha disposto la scarcerazione con l’obbligo di dimora a Taviano, dove risiede. Mika dovrà inoltre presentarsi ai carabinieri tutti i giorni alle 8 e alle 20. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato con sette dosi di cocaina confessa: "Volevo acquistare un'autovettura"

LeccePrima è in caricamento