menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

I militari della sezione radiomobile di Lecce hanno arrestato (ai domiciliari) un 20enne leccese, dopo aver trovato su una mensola nella sua camera da letto due involucri con circa 90 grammi di droga. Oggi rimesso in libertà

LECCE - Era stato fermato per un controllo stradale, mentre era alla guida di un motociclo. Ma il suo evidente stato di agitazione ha sollevato nei carabinieri della sezione radiomobile di Lecce il sospetto che nascondesse qualcosa. In tasca, aveva solo soldi: 290 euro in banconote di vario taglio. I militari, però, non si sono fermati a questo e dalle strade della città, ieri pomeriggio, intorno alle 16, sono giunti in casa del giovane scooterista, Jonathan Guido, 20enne leccese. Ed è qui che si è riusciti a risalire alla ragione di tanta ansia e di quei tremori: 86 grammi di marijuana.

Trovare lo stupefacente non è stato difficile: era contenuto in due involucri di carta cellophane trasparente tenuti in bella vista su una mensola della camera da letto. Oltre alla droga, sono stati sequestrati anche un bilancino di precisione e materiale ritenuto utile per confezionare le dosi e un'agenda contenente nomi e cifre.

Posto ieri ai domiciliari, su disposizione del magistrato di turno, il pubblico ministero Maria Consolata Moschettini, il ragazzo che prima di ieri non aveva mai avuto guai con la giustizia, è stato poi scarcerato nel primo pomeriggio, in attesa dell'interrogatorio col giudice per le indagini preliminari Cinzia Vergine, in cui sarà assistito dall’avvocato Massimo Bellini, e che si terrà domani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento