Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Fermato sulla tangenziale con la coca: "Ho fatto il corriere per 5mila euro"

Interrogatorio in carcere per Giovanni Rizzo, bloccato con oltre 4 chili di droga dagli agenti della Squadra mobile

LECCE – Dinanzi al gip Alcide Maritati, che lo ha interrogato in carcere nell’ambito dell’udienza di convalida, ha ammesso di aver ricevuto 5mila euro per trasportare l’ingente carico di cocaina, spiegando di non poter fornire una risposta su chi gli aveva consegnato la droga e a chi era diretta. Il giudice ha convalidato il fermo del 49enne, assistito dall’avvocato Biagio Palamà, e disposto la custodia in carcere.

Un ruolo, dunque, di mero corriere quello svolto da Giovanni Rizzo, operaio 49enne di Taviano, fermato sabato scorso dalla Squadra mobile sulla tangenziale ovest a bordo della sua Mercedes con quattro chili e mezzo di cocaina, nascosti all'interno della tappezzeria degli schienali dei sedili. Nel bagagliaio, imballate con il nastro adesivo, banconote per 5mila euro.

Tutto è cominciato nei pressi della statale 613, quella che da Brindisi conduce a Lecce. Il 49enne è stato visto imboccare, alla guida di una Mercedes e a folle velocità, l'anello ovest del capoluogo salentino. I poliziotti della sezione volanti, assieme ai colleghi della mobile, hanno dunque proceduto a un controllo. Quando l'uomo è stato invitato a fermarsi, ha mostrato segni di nervosismo talmente evidente, da confermare i sospetti degli inquirenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato sulla tangenziale con la coca: "Ho fatto il corriere per 5mila euro"

LeccePrima è in caricamento