Festa della donna, accanto alla polizia le due figlie di Renata Fonte

Gli agenti della questura di Lecce in piazza Sant'Oronzo per l'8 marzo: nella mattinata anche le due preziose testimonianze

Piazza Sant'Oronzo, dove sosterà il camper della polizia

LECCE – Così come  per il giorno di San Valentino, anche la festa dell’8 marzo all’insegna dell’originalità, con due celebri testimoni: a Lecce sarà in compagnia della polizia. Nell’ambito delle iniziative di prevenzione e contrasto della violenza contro le donne che la Polizia di Stato realizza ormai da diversi anni, è stato sviluppato, nei mesi scorsi, il progetto “Camper contro la violenza di genere”.

Oltre ad avere la valenza di una campagna informativa, l’iniziativa ha l’obiettivo di favorire l’emersione del fenomeno della violenza di genere, offrendo alle vittime il supporto di un’equipe di operatori specializzati presenti all’interno del camper. Nella giornata di domani, in occasione della “Giornata internazionale della donna”, sotto l’egida dello slogan “Questo non è amore”, anche a Lecce saranno presenti i funzionari della questura responsabili di azioni operative e investigative e di operatori specializzati alla trattazione di denunce di reati contro la persona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno presenti Sabrina e Viviana Matrangola, figlie di Renata Fonte, assessore a Nardò, uccisa dalla mafia nel 1984 e donne vittime di violenza che testimonieranno con la presenza la loro vicenda personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento