Cronaca

Bilancio di San Sebastiano: 70mila multe con soli quaranta mezzi

In occasione della celebrazione del protettore del corpo dei vigili urbani, è stato tracciato il consueto report delle attività. Presente anche il sindaco Perrone: "Vi chiedo scusa per gli attacchi di cui siete spesso vittime"

Un gruppo di vigili urbani

LECCE - I vigili urbani di Lecce hanno celebrato, presso la chiesa di Santa Lucia, la ricorrenza di San Sebastiano, protettore del corpo. Con loro il sindaco della città, Paolo Perrone, che ha voluto ringraziare le donne e gli uomini in servizio per l'attività svolta e per la pazienza dimostrata nonostante molte delle critiche e delle lamentele, qualche volta sfociate in prevaricazioni fisiche e verbali, di cui i vigili sono oggetto: "Siete infatti tra gli anelli della catena amministrativa più a diretto contatto con il cittadino, biglietto da visita e insieme custodi del vivere civile della collettività. Dunque oggetto di critiche e di reazioni a volte inconsulte che giungono anche dai rappresentanti del mondo politico. E io vi chiedo scusa perché il vostro lavoro spesso è stato oggetto di inutili e sterili polemiche. Ma soprattutto voglio ringraziarvi perché con un organico ben al di sotto delle necessità ciascuno di voi è riuscito a fare più del proprio dovere".

Il comandante della polizia municipale, Donato Zacheo, nel corso del suo intervento ha sottolineato quello che è stato il passaggio più significativo del 2011: "Riguardo alla sicurezza stradale, l’aspetto più gratificante dell’attività svolta nel corso dell’anno appena trascorso è stato il continuo e costante incontro con i ragazzi delle scuole medie volto alla discussione sulle regole che disciplinano il Codice della Strada. Possiamo dirci quindi orgogliosi del nostro progetto di educazione stradale già iniziato lo scorso anno e che ha coinvolto le scuole medie inferiori della città (Ascanio Grandi, Quinto Ennio, Zimbalo, Dante Alighieri, Galateo e Scipione Ammirato) e grazie anche al contributo prezioso delle docenti responsabili".

Il responsabile della polizia municipale non ha però trascurato l'aspetto "sindacale" della manifestazione: "Nonostante la normativa in materia di sicurezza abbia spostato il baricentro delle responsabilità in questa delicata materia sempre più verso gli enti locali, amplificando così i poteri della stessa polizia municipale, si deve purtroppo registrare un passo indietro. Ed invero, l’articolo 6 della famosa legge Salva Italia non riconosce più per il personale della polizia municipale l’equo indennizzo e la causa di servizio, creando in tal modo una disparità di trattamento rispetto alle altre forze dell’ordine. Pertanto è paradossale parlare di polizia integrata e poi in caso di episodi di aggressione o di infortunio subire un trattamento economico e giuridico diverso ed inferiore rispetto alle altre forze di polizia". 
 
Quanto ai numeri, c'è l'imbarazzo della scelta: 70mila 614 sanzioni per violazioni al Codice della strada, quasi 30mila i verbali elevati dagli ausiliari del traffico per grattini scaduti o mai esposti. Gli accessi "audaci" e puniti nella Ztl sono stati 30mila, poco più di 2mila le multe comminate sulle corsie preferenziali. E' aumentato il numero di sinistri, ma è diminuito quello con feriti. Incrementata anche l'attività della polizia ambientale e di quella commerciale, il cui dato maggiormente significativo è il numero di sequestri di prodotti contraffatti. I sopralluoghi al campo Rom sono stati 65 che hanno prodotto 26 informative. 
 
Bilancio corposo, che assume ancora maggiore rilevanza se messo in relazione con la dotazione dell'organico, sottodimensionata tanto che si è in attesa di vedere come si conclude il concorso per 32 posti bandito dal Comune ma ancora in attesa di svolgimento delle prove, e con quella dei mezzi, 40 in tutto. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio di San Sebastiano: 70mila multe con soli quaranta mezzi

LeccePrima è in caricamento