rotate-mobile
L'allarme stagionale / Tricase

Fiamme minacciano ancora la collina sulla costa. Tornano anche i canadair

Ancora un intervento reso difficoltoso dal vento di tramontana sul promontorio tra Tricase porto e la marina di Andrano in località “Isola”. Necessario l’ausilio dei mezzi aerei per domare l’incendio che ha distrutto vegetazione e lambito le abitazioni

TRICASE - La calda stagione degli incendi boschivi torna, a poco più di una settimana, a colpire la dorsale adriatica dove in tarda mattinata un imponete rogo, fortemente alimentato dalle folate di vento di tramontana, ha intaccato le aree della collina a ridosso della litoranea tra Tricase porto e la marina di Andrano.

Il focolaio ha interessato un’ampia zona del promontorio che si affaccia a valle della Torre del Sasso, lungo la costa, a ridosso delle aree ricomprese nel parco Otranto-Santa Maria di Leuca, in località “Isola”. Le lingue di fuoco si sono avvicinate minacciosamente anche in direzione di alcune abitazioni a monte della collina.

Le fiamme si sono alimentate per diverse ore, distruggendo ampie aree di vegetazione di macchia mediterranea e di sottobosco. Anche in questo caso si è reso necessario l’intervento di due mezzi aerei Canadair dei vigili del fuoco giunti da Lamezia Terme che hanno effettuato diversi lanci per rivincere l’avanzata dell’incendio nelle zone più impervie. Sul posto hanno operato le squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase.

Nelle scorse ore le squadre dei caschi rossi sono state impegnate anche nelle operazioni di spegnimento di un incendio che ha interessato le campagne a ridosso della strada provinciale 117 che collega Supersano a Casarano. 

IMG-20220602-WA0013 (2)-2       

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme minacciano ancora la collina sulla costa. Tornano anche i canadair

LeccePrima è in caricamento