Cronaca Racale

Fiamme nel deposito: sfiorata esplosione devastante

A causa di un incendio di sterpaglie le fiamme hanno raggiunto nel pomeriggio un rimorchio di Gpl che si trovava parcheggiato nel deposito retrostante una stazione di servizio sulla Racale-Taviano

Il rimorchio raggiunto dalle fiamme nel deposito della stazione di servizio

Si sarebbe potuta innescare una esplosione dagli effetti devastanti. E' accaduto questo pomeriggio sulla Racale-Taviano. A causa di un incendio di sterpaglia sviluppatosi improvvisamente nei pressi del deposito retrostante la stazione di servizio AvioLamp, un vecchio rimorchio per il trasporto del Gpl, il gas che alimenta le auto, è stato raggiunto e avvolto dalle fiamme. Non solo. Nel deposito erano parcheggiati altri quattro rimorchi, tutti vuoti come il primo, ma non per questo la deflagrazione sarebbe stata insignificante. Anzi. Proprio perché le cisterne erana vuote questo avrebbe potuto renderle molto più pericolose, dato che alle alte temperature le molecole del gas tendono a gonfiarsi fino al punto di provocare l'esplosione del loro contenitore, proprio come accade per le comuni bombole del gas di uso domestico. E in questo caso si trattava di rimorchi. L'esplosione della cisterna raggiunta dalle fiamme avrebbe potuto innescare una serie deflagrazioni a catena, considerando che nel deposito, come detto, vi erano altri rimorchi ormai non più utilizzati.


Ma il peggio fortunatamente non è accaduto grazie all'intervento dei vigili del fuoco di Ugento, supportati in un secondo momento dai colleghi del comando di Gallipoli. Circa due ore hanno impiegato i vigili del fuoco per domare definitivamente le fiamme che avevano ormai avvolto uno dei quattro rimorchi. Come si può immaginare non si è trattato di una operazione di routine, perché la preoccupazione più grande per i pompieri era che le fiamme avessero potuto surriscaldare il metallo della cisterna collocata sul rimorchio al punto di innescare una tremenda deflagrazione a catena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme nel deposito: sfiorata esplosione devastante

LeccePrima è in caricamento