Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio del figlio, Caretto si difende: "Non volevo ucciderlo"

Il pensionato 70enne che, ubriaco, ha accoltellato a morte il figlio 32enne, Giovanni, s'è difeso davanti al gip Nicola Lariccia: "Non so come sia potuto succedere, volevo solo difendermi". Ha invocato il perdono dei suoi parenti

Il luogo dell'omicidio (foto LeccePrima, tutti i diritti riservati).

 

LECCE - "Non volevo ucciderlo, ho solo cercato di difendermi. Non so come sia potuta succedere una cosa del genere". Enzo Caretto, il pensionato 70enne che lunedì sera a Guagnano ha ucciso a coltellate il figlio Giovanni, 32enne, al culmine di una lite familiare, si è difeso così nel corso dell'interrogatorio per la convalida dell'arresto che si è svolto questa mattina in carcere. L'uomo, assistito dall'avvocato Vincenzo Carbone, ha cercato di ripercorrere quei drammatici momenti che hanno portato alla morte del figlio, cui ha detto di essere sempre stato legato. L'uomo, tra le lacrime, ha invocato il perdono del 32enne e dei suoi familiari.
Quella che si è consumata lunedì sera in via Carlo Alberto Dalla Chiesa, una piccola strada alla periferia di Guagnano, è una tragedia maturata in un contesto familiare difficile e degradato. Caretto, una vita trascorsa nello stabilimento Fiat-Hitachi del capoluogo salentino, aveva cercato rifugio nell'alcol per sfuggire ai problemi di una vita difficile, in cui ogni giorno doveva combattere con le gravi patologie di cui erano affette la moglie e la figlia disabile.
CARETTO ENZO-3Dalle parole dell'uomo sembrerebbe emergere una situazione drammatica, in cui la bottiglia era l'unica consolazione. L'alcol (il 70enne aveva un tasso alcolemico pari a 1,79), infatti, potrebbe aver avuto un ruolo determinante nell'omicidio. Solo nelle ultime 24 ore il padre omicida è sembrato accorgersi realmente di ciò che aveva fatto.
Il gip Nicola Lariccia ha convalidato l'arresto ed emesso nei confronti dell'uomo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. All'interrogatorio era presente anche il sostituto procuratore della Repubblica titolare del procedimento, Francesca Miglietta. 
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio del figlio, Caretto si difende: "Non volevo ucciderlo"

LeccePrima è in caricamento